Carlo Benincasa. Mozione urgente sugli impianti termici

Il consigliere del Comune di Lecce sprona Sindaco e giunta

Carlo Benincasa, consigliere comunale del Comune di Lecce impegna il sindaco e la giunta ad adottare provvedimenti sugli impianti termici

Con una mozione urgente Carlo Benincasa, consigliere del Comune di Lecce, impegna il sindaco Paolo Perrone e la sua giunta ad adottare dei provvedimenti sugli impianti termici. Riportiamo di seguito il testo della mozione: Premesso che dal mese di maggio 2007 31 unità lavorative addette al controllo degli impianti termici sono state licenziate; che con delibera della giunta municipale n. 250 del 18 aprile 2007, a seguito di accordo con le OO.SS., è stato deciso che i lavoratori in questione dovessero partecipare ad un corso di formazione organizzato dall’amministrazione comunale con un rimborso orario legato alla frequenza; che vi era l’impegno ad adottare un nuovo Regolamento comunale e di attivare con urgenza la procedura di gara per l’affidamento del servizio garantendo a tutti i lavoratori il reintegro del posto di lavoro; che, stante l’urgenza dettata dalla grave condizione nella quale versano i 31 lavoratori I M P E G N A il Sindaco e la Giunta ad adottare con urgenza: a) il regolamento del servizio; b) il bando di gara per l’affidamento dello stesso in considerazione che in attuazione del Regolamento adottato dalla Regione Puglia, se entro il 31 dicembre 2007 il Comune di Lecce non provvederà all’espletamento della gara, le competenze saranno trasferite alla Provincia con grave danno ai lavoratori interessati. Carlo Benincasa consigliere al Comune di Lecce

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!