Gallipoli. La Regione accetta il Prg

Parla l'ex sindaco della città

Giuseppe Venneri, ex sindaco di Gallipoli, si esprime in merito all'accettazione del Piano Regolatore generale da parte della Regione Puglia

di Giuseppe Venneri* “Alla fine, con l’approvazione conclusiva del Prg da parte della Regione Puglia, ha vinto la città di Gallipoli e sono state sconfitte per sempre le aspettative e gli interessi di chi voleva che il principale strumento di sviluppo e crescita della nostra città rimanesse riposto in un cassetto, semplicemente perché non in sintonia con le proprie esigenze di bottega, che prevedevano la devastazione con colate di cemento delle nostre realtà ambientali più pregiate. Ora, viceversa, si apre una nuova fase in cui la nostra città potrà esprimere al meglio tutte le proprie potenzialità, grazie ad un Piano Regolatore Generale che ha un nome e un cognome ed una paternità ben precise ed individuate, vale a dire l’Amministrazione Comunale da me presieduta, che ha avuto il merito e la capacità di interrompere anni di attese, rinvii, incertezze e portare all’approvazione definitiva del consiglio comunale questo fondamentale strumento urbanistico. Uno strumento che i cittadini agognavano da anni e che il nostro esecutivo, nei 5 anni in cui è rimasto in carica, ha saputo garantire, nella seduta consiliare del 12 aprile 2006, dimostrando ancora una volta come in quella esperienza amministrativa si sia parlato esclusivamente con i fatti ed i risultati a vantaggio dell’intera comunità cittadina, distinguendosi così da chi si fa notare soltanto per il chiacchiericcio stantio e fumoso, privo di qualsivoglia effetto per il benessere dei cittadini. Ora che col Prg varato dalla mia Amministrazione è stata tracciata la via maestra per la crescita di Gallipoli ed ora che gli sciacalli che volevano impedire l’approvazione di questo Piano Regolatore per modificarselo a proprio uso e consumo, magari cancellando per sempre le oasi naturali del nostro territorio, sono stati sconfitti, la nostra comunità cittadina può guardare al futuro in modo molto più sereno e nella piena convinzione di poter sviluppare ancora di più le molteplici potenzialità a propria disposizione”. * ex sindaco di Gallipoli

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!