Antonio Maniglio attacca il centrodestra

Commenti dopo la conferenza stampa

Il presidente del gruppo consiliare Ds alla Regione, Antonio Maniglio, si esprime sull’atteggiamento di Forza Italia

“L’atteggiamento fazioso di Forza Italia è semplicemente indecente”. Lo sostiene Antonio Maniglio, in una nota emessa subito dopo la conferenza stampa dei forzisti salentini. “La logica del tanto peggio tanto meglio è la bussola che orienta il centrodestra salentino – si legge nella nota – prima la battaglia contro impianti innovativi ed ecosostenibili come quelli di Collepasso e Sannicola, poi l’agitazione demagogica sui rifiuti, adesso tocca al Pit di Casarano. Il ruolo di Casarano non è determinato da logiche politiche ma dalla centralità produttiva della città nell’intera provincia di Lecce – prosegue maniglio – e d’altronde mancano solo 8 mesi alla chiusura dell’esperienza Pit e alla necessità di rendicontare le iniziative programmate e portate a termine. Né può essere contestato che il Pit 9 è il primo in Puglia per capacità di spesa e quindi per efficienza della struttura attivata”. Pronta la risposta di Rocco Palese, capogruppo di Forza Italia. “Nessuno discute il fatto che il Sindaco di Casarano debba essere capofila del Pit – spiega Palese – quello che non è più accettabile è che la sua gestione del Pit sia assolutamente personalistica, poco trasparente e a tratti anche illegittima perché per molte questioni vengono disattese le decisioni del Comitato di Pilotaggio, composto dai Sindaci dei Comuni che fanno parte del Pit e che, per legge, ha funzioni deliberative. Il collega Maniglio forse ignora molte cose, come per esempio il fatto che il 14 marzo scorso, essendo scaduto l’incarico di Pit Manager alla Dott.sa Mastrogiovanni, il Comitato di Pilotaggio ha nominato un nuovo Pit Manager. Ma il Sindaco di Casarano ha disatteso questa decisione e di fatto la dottoressa svolge ancora funzioni di Pit Manager tanto da bandire gare e autonominarsi anche presidente della commissione aggiudicatrice”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!