L’ultima di “Jessica”

L’ennesima denuncia

Nuovo lancio di oggetti dalla finestra dell’appartamento di Angelo Palombo, trans residente a Lecce conosciuto con il nome di Jessica. Che poi ha appiccato il fuoco all’ascensore e allo zerbino di una vicina

Stavolta l’ha fatta più grossa del solito. Angelo Palombo, 30enne originario di Galatina, da tempo residente a Lecce e meglio conosciuto con il nome di Jessica, è tornato a colpire, confermandosi il transessuale più famoso del capoluogo salentino. Prima si è ripetuto in un gesto diventato ormai rituale: il lancio di oggetti dal balcone: immondizia, bottiglie ed un ventilatore. Poi ha intriso d’alcol uno straccio ed ha dato alle fiamme l’ascensore del palazzo dove abita e lo zerbino di casa di una vicina 80enne. Sul posto sono accorsi polizia, carabinieri, vigili del fuoco, ambulanze del 118. “Jessica” è stato sedato con potenti calmanti. Ed è scattata l’ennesima denuncia. Il 25 maggio scorso Jessica fu protagonista di un blitz solitario nella sede elettorale di viale Lo Re del candidato di Alleanza nazionale Angelo Tondo, ex assessore all’Urbanistica, dove devastò i locali e mandò in ospedale un paio di ragazzi. L’8 giugno scorso svuotò il proprio appartamento, lanciando i mobili dal balcone. Il 6 agosto, dopo aver assunto dei sedativi, cadde in casa distruggendo un vetro e tagliandosi ad un braccio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!