Niente luce per il Salento

Eccessivi consumi e black out

Molti comuni del Salento, tra la giornata di martedì e mercoledì, hanno fatto i conti con l’energia ad “intermittenza”. Tanta rabbia e soprattutto molti i danni causati dalla mancanza di elettricità

I consumi alle stelle ed è subito black out. Niente più luce per il Salento e per molti comuni l’elettricità era solo ad “intermittenza”. A causare il problema forse un guasto alla centrale di Galatina. Probabilmente, il gran caldo di questi giorni ha fatto saltare un trasformatore dell’energia proveniente da Brindisi e dalla Grecia, che provvedeva ad alimentare la centrale galatinese. In realtà il trasformatore ha preso fuoco e così per consentire il lavoro ai Vigili del Fuoco la centrale è stata bloccata. Spento l’incendio l’alimentazione può essere ripristinata solo gradualmente, ed ecco perché l’elettricità è venuta a mancare per così tante ore. In più successivamente è saltato anche un altro trasformatore che serviva energia di riserva. Così per uscire dal black out è stata riattivata una vecchia linea inutilizzata da tempo e la Tecna, gestore dell’impianto, ha deciso di sospendere il Piano Elettrico Speciale. Nella maggior parte dei comuni del Salento turisti e residenti si sono trovati a disagio per la mancanza di elettricità che spesso ha portato anche problemi nella fornitura dell’acqua. Le più colpite le località marine.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!