Premio Battisti. Nuove audizioni

Appuntamento il 26 luglio a Sannicola

I ragazzi che si sono presentati alle selezioni sono tanti. Troppi. Per questo gli organizzatori del “Premio Battisti” hanno fissato un’altra data per dare anche a chi non ce l’ha ancora fatta la possibilità di far sentire la sua voce

Continua l’appuntamento con le audizioni per il “Premio Battisti”. Già 70 ragazzi sono stati ascoltati dall’orecchio esperto di Davide Massa, direttore artistico della sezione “Giovani Talenti”, ma, viste le numerose richieste, si è deciso di fissare una nuova data e di dare così un’altra possibilità a quanti avessero perso nei giorni scorsi l’occasione di partecipare alle prime selezioni. Si ripartirà il prossimo 26 luglio alle ore 19 presso le “Officine Musicali” di Sannicola (Lecce); gli interessati potranno partecipare gratuitamente chiamando ad uno dei seguenti numeri: 320/7948792; 338/9476848. In questa prima fase ci si potrà esibire, a scelta, su basi musicali e su brani editi o inediti. Entusiasmo è stato espresso da parte dell’associazione musicale e culturale Lucio Battisti di Nardò che da ormai nove anni organizza l’evento. “La grande affluenza per le audizioni dimostra l’apprezzamento per la manifestazione da parte degli appassionati di musica, e questo per noi è il successo più importante”, ha dichiarato Maurizio Leuzzi, presidente. Successo che pare ripagare, già nell’immediato, il maggiore impegno profuso quest’anno per il “Premio Battisti”. Sono previste infatti tre serate che si svolgeranno presso il piazzale delle Quattro Colonne a Santa Maria al Bagno di Nardò nelle giornate dal 7 al 9 settembre. I ragazzi che supereranno le selezioni avranno accesso diretto alla serata di sabato 8 settembre “Nona Edizione Premio Battisti Giovani Talenti”. Qui, una giuria presieduta da Mario Lavezzi promuoverà tre di loro alla serata conclusiva del 9 settembre durante la quale verrà anche assegnato il riconoscimento “Premio Battisti” ad alcuni esponenti del panorama musicale nazionale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!