La Puglia placa leggermente la sete

Proseguono le manovre di riduzione di pressione nelle reti di distribuzione

Un leggera ricostituzione delle scorte e un miglioramento delle condizioni di erogazione non portino i cittadini a sprecare l’acqua. Acquedotto pugliese ha chiesto agli utenti di continuare a razionalizzarne l’uso

Gli apporti idrici degli ultimi giorni hanno consentito la parziale ricostituzione delle scorte strategiche di Acquedotto Pugliese e migliorato sensibilmente le condizioni di erogazione. Proseguiranno dunque le manovre di riduzione di pressione nelle reti di distribuzione per l’intera Puglia, ad esclusione della provincia di Foggia. Qualche difficoltà potrebbe, quindi, manifestarsi per l’utenza sprovvista di riserve idriche private e per quella residente nelle zone alte degli abitati o nelle parti terminali del sistema di distribuzione idrica. Anche in funzione delle alte temperature previste sul territorio regionale Acquedotto Pugliese ha raccomandato agli utenti di evitare ogni forma di spreco dell’acqua e di razionalizzarne l’uso, anche durante gli orari di piena erogazione, ricordando che i consumi incidono sensibilmente sullo stato di pressione delle reti e quindi sulle condizioni generali di fruibilità del servizio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!