Incontro tra Michele Giordano e i dipendenti comunali

Un confronto per migliorare la qualità dei servizi

Oggi l’assessore Giordano ha incontrato i rappresentanti dei sindacati e i dipendenti comunali. Si discute per un ottimale sviluppo

Michele Giordano, assessore al Personale, Sviluppo Organizzativo, Qualità dei Servizi e Tributi ha incontrato questa mattina i rappresentanti di Cgil (Fernando Maggiore e Alessandro Tornese) della Uil (Angelo Mazzotta, Domenico Lazzari, Ennio Schipa, Raffaella Quaranta e Annamaria Scarciglia) e del personale dipendente del Comune di Lecce. Alla riunione è intervenuta anche Maria Teresa Romoli, dirigente del settore. Si è trattato di una primissima ricognizione, da parte del neo assessore, delle problematiche e delle aspettative dei dipendenti, ai quali è stata assicurata massima disponibilità al dialogo e alla collaborazione. Al termine del confronto è emersa sostanziale identità di vedute su quelle che sono le urgenze relative ad organizzazione del lavoro, qualità dei servizi e formazione. In particolare, l’amministrazione comunale e i sindacati hanno concordato di mettere a punto azioni comuni per migliorare la preparazione e le competenze del personale dipendente utilizzando le risorse disponibili attraverso corsi e cicli di formazione. E’ stato stabilito, infine, di calendarizzare gli incontri per poter disporre di un quadro delle problematiche costantemente aggiornato. “E’ stato un primo confronto molto positivo – rileva l’assessore Giordano – al termine del quale credo di poter affermare che con i sindacati ci sia la possibilità di dialogare molto proficuamente in futuro. Su un punto, in particolare, siamo d’accordo, e cioè sul fatto che solo attraverso un ottimale sviluppo organizzativo sia possibile ottenere quella qualità dei servizi che dobbiamo assolutamente garantire ai nostri cittadini”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!