I cinque Ds verso il Pd

Voglia di confronto tra forze politiche

La Federazione provinciale dei Ds ha eletto all’unanimità i cinque esponenti leccesi che condurranno alla costituzione del Partito democratico. Sono Alessandro De Matteis, Rori Fasano, Gabriella Ferullo, Mauro Giorgino e Serenella Molendini. A loro il compito di dialogare con la Margherita

Alessandro De Matteis, Rori Fasano, Gabriella Ferullo, Mauro Giorgino e Serenella Molendini. Sono questi i nomi dei cinque componenti il comitato cittadino leccese dei Ds che avrà il compito di gestire la fase di passaggio al Partito democratico, previsto per il 14 ottobre con l’assemblea nazionale del partito, in cui confluiranno Democratici di sinistra e Margherita. Scopo del coordinamento cittadino, eletto ieri all’unanimità dalla Federazione provinciale dei Democratici di sinistra, sarà gestire adempimenti e iniziative prima di quelle elezioni. I cinque, coadiuvati dai quattro consiglieri comunali di minoranza e dai cinque consiglieri circoscrizionali eletti alle amministrative di maggio, si ripromettono di presentare un articolato programma di lavoro e di iniziative che coinvolgeranno gli iscritti al partito su specifici obiettivi. Il primo di questi obiettivi sarà guidare in ambito locale i Democratici di sinistra verso la costituzione del Partito democratico. Esce di scena nel passaggio verso la costituzione del nuovo Partito democratico, la figura di presidente cittadino, finora ricoperto da Angelamaria Spagnolo, “perché – dicono dai vertici – in questo momento non abbiamo bisogno di leader, ma di dialogo con le altre forze del movimento politico”. A questo scopo il coordinamento inizierà immediatamente una fase di confronto e collaborazione con i vertici cittadini della Margherita.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!