Bruciano i cassonetti

Nuovi atti vandalici

Altri due cassonetti incendiati nella notte scorsa a Lecce. La Prefettura ha disposto un potenziamento dei controlli nelle ore notturne. Ma questi servono a poco, per l’elevato numero di cassonetti presenti in città

Ennesimo incendio doloso nella notte di ieri a Lecce. Nuovamente ai danni di cassonetti per la raccolta dei rifiuti. Stavolta ne sono stati presi di mira due, tra via Fiesole e via De Mura. Ormai sembra chiaro che episodi di questo tipo si verifichino in concomitanza della vertenza sindacale dei dipendenti dell’Aspica che culminò qualche mese fa con un paio di colpi di pistola sparati in uno degli spogliatoi della sede della zona industriale della società addetta alla raccolta dei rifiuti. E in quello spogliatoio di trovava anche il dirigente incaricato di far quadrare i conti. Con i due incendiati nella scorsa notte, sale a più di 30 il numero dei cassonetti fatti oggetto di atti vandalici. Ma servono a poco i potenziamenti dei controlli notturni che sono stati disposti dalla Prefettura, perché l’elevato numero di cassonetti in città rende praticamente impossibile tenerli tutti sott’occhio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!