Vaglio ter

Vittoria senza testa a testa

10.006 voti contro 8.701. Ovvero il 53,49 per cento delle preferenze rispetto al 46,51 per cento. Antonio Vaglio, candidato del centrosinistra, sindaco uscente, rimane sulla sua poltrona di sindaco di Nardò

Non c’è stato il testa a testa che tutti si aspettavano. Antonio Vaglio, centrosinistra, sindaco uscente di Nardò, è stato riconfermato sulla sua poltrona. Lo hanno scelto in 10.006, il 53,49 per cento dei votanti. E’ rimasto a quota 8.701 preferenze Rino Dell’Anna, candidato per la Casa delle Libertà, che ha ottenuto il 46,51 per cento dei consensi. E così si conclude una campagna elettorale lunga e durissima che ha tenuto con il fiato sospeso la città di Nardò che credeva di dover attendere a lungo, a seggi chiusi, prima di conoscere il volto ed il nome del nuovo primo cittadino. E invece Vaglio ha vinto subito. Già un’ora dopo la chiusura delle urne il suo nome era in testa di gran lunga rispetto a quello dell’avversario. Decisiva è stata la sezione 31, quella di Santa Maria al Bagno. Lì ha vinto Dell’Anna, ma di soli 27 voti. Troppo pochi per cambiare le sorti della partita. // Il consiglio comunale Maggioranza: Mino Natalizio, Daniele Piccione, Diana Papaleo, Sergio Orlando, Fernando Baccassino, Antonio Cavallo, Cosimo Caputo, Daniele Russo, Maurizio Leuzzi, Gino Prete, Antonio Tiene, Flavio Maglio, Fernando Bianco, Carlo Falangone, Gianni Gaballo, Mirella Bianco, Salvatore De Vitis, Giuseppe Tarantino. Minoranza: Gregorio Dell’Anna, Salvatore Donadei, Walter Mirarco, Totuccio Calabrese, Egidio Maceri, Cosimo Frasca, Oronzo Capoti, Antonio Sabato, Giuseppe Fracella, Giuseppe Spenga, Maurizio De Bitonti, Adriana Muci.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!