Galatina. Inquinamento elettromagnetico senza controllo

L’allarme di Legambiente

In città servirebbero più centraline per il monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico. Lo ha dichiarato Luigi Mangia, responsabile territoriale di Legambiente. L’ultimo controllo è stato realizzato nel 2004

Dal 2004 il Comune di Galatina non dispone un controllo dell’inquinamento elettromagnetico causato dalle centraline di telefonia mobile dislocate in vari punti della città. Ad attirare l’attenzione su questo argomento è stato Luigi Mangia, responsabile territoriale di Legambiente, il quale ha sottolineato la necessità di un nuovo controllo dello stato di emanazione delle onde elettromagnetiche anche perché in tre anni di tempo le centraline, sul territorio galatinese, sono aumentate considerevolmente di numero. “Bisognerebbe prevedere – ha detto Mangia – la sistemazione di alcune centraline per il controllo delle emissioni elettromagnetiche nell’aria cittadina e andrebbero fatte delle misurazioni nei pressi di alcuni impianti collocati vicino l’ospedale, le scuole, le case di riposo, gli asili nido e in tutte quelle strutture definite a rischio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!