Nuovo video della prof sul web

Sesso simulato in classe. Seconda puntata

Gli attori sono gli stessi, la docente di matematica ed i suoi studenti. I palpeggiamenti ripresi sarebbero, secondo la difesa, solo simulati. Circola su www.youtube.it un nuovo video scandalo. Ora è caccia a chi l’abbia inserito sul web

Questa volta il video dura molto meno, solo 15 secondi, ma questa sembra l’unica differenza. Protagonista del video, sempre la stessa docente di matematica. Protagonisti anche i suoi studenti, visto che il filmato, ancora una volta realizzato con un telefono cellulare ed ancora una volta fatto circolare su internet (www.youtube.it), ritrae uno di loro mentre si avvicina alla lavagna dove la prof è intenta a parlare al telefonino ed allunga una mano verso i suoi glutei mimando un palpeggiamento. E non solo, visto che poi le si fa sempre più vicino e con il bacino mima, ancora una volta, un rapporto sessuale. Di questo secondo video i giudici erano già a conoscenza, visto che era stato presentato dagli avvocati difensori della donna come prova che si trattasse, anche nel primo episodio, di simulazioni e non di palpeggiamenti veri. Ma per il gip Vincenzo Scardia quel video è una ulteriore prova a conferma della condotta poco professionale della donna, che avrebbe lasciato fare ai suoi studenti, senza reagire. Ancora una volta, i tanti curiosi si sono collegati al sito internet e già visionato il filmato numero due. Sta ai carabinieri del Nucleo operativo del Reparto operativo risalire a chi l’abbia inserito sul web.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!