Novoli. La casa della droga

Strani movimenti dentro e fuori l’appartamento

I carabinieri li hanno colti in flagrante mentre confezionavano dosi di hashish finalizzate allo spaccio. Tre giovani sono stati condotti nel supercarcere di Borgo San Nicola dove oggi saranno interrogati dal giudice

Il continuo via vai di persone dalla sua abitazione aveva insospettito i vicini, che si sono rivolti ai carabinieri. Così mercoledì sera i militari della Compagnia di Campi salentina hanno fatto irruzione nell’abitazione tra Campi e Novoli, ed hanno trovato, intenti a confezionare dosi di hashish, il proprietario dell’appartamento, Andrea Timo, 20 anni di Novoli, e due suoi amici, Piero De Leo e Pasquale Oronzo Fiume, 20 anni il primo, 37 il secondo. Per i tre è scattato subito l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 20 grammi di hashish, infatti, sono stati rinvenuti all’interno di una scatola di cartone ben nascosta in un mobile del soggiorno; tre coltelli richiudibili utilizzati per il taglio della droga, carta stagnola per il confezionamento delle dosi ed un bilancino di precisione sono stati rinvenuti nell’appartamento. I tre giovani sono stati trasferiti nel supercarcere di Borgo San Nicola, dove oggi saranno interrogati dal giudice per le indagini preliminari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!