De.Co. per gli artisti leccesi

Poli Bortone scrive all’Accademia

“L’originalità della richiesta era troppo forte e non ho potuto fare a meno di coglierla”. Adriana Poli Bortone, sindaca di Lecce, chiede all’Accademia delle Belle Arti se sia possibile soddisfare la domanda di Vittorio Tapparini, pittore, di creare una De.Co. per gli artisti

Nel corso della presentazione della prima Guida delle Città Italiane a Denominazione Comunale d’Origine (edita da Forterrea Edizioni di Brescia), avvenuta ieri mattina a Palazzo Carafa, il pittore Vittorio Tapparini ha sollevato la questione della promozione dell’arte leccese e di una denominazione controllata per gli artisti del capoluogo, in analogia ai prodotti dell’enogastronomia. In considerazione di questa indicazione, Adriana Poli Bortone, sindaca di Lecce, ha scritto alla Accademia di Belle Arti di Lecce (al presidente Giuseppe Schiavone e al direttore Giacinto Leone) per sottoporre il tema e verificare questa possibilità. “Sinceramente non ho le competenze per dire se una simile richiesta possa essere soddisfatta – ha scritto la prima cittadina – pertanto chiedo a voi se ed in che modo si potrebbe pensare ad una sorta di De.Co. per gli artisti, così come suggeritoci. La suggestione era troppo forte perché io non la cogliessi al volo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!