Frattura due costole alla compagna di classe

Aggressioni in aula

Un forte colpo allo stomaco e le frattura due costole. E’ accaduto in una scuola elementare di Galatina, durante l’orario scolastico. Mentre l’insegnate non c’era. Questa, forse per paura delle conseguenze su di lei, non ha allertato nessuno. Ma la piccola, colpita da un compagno di classe, ne avrà per 20 giorni

L’insegnante si era assentata dall’aula e a controllare momentaneamente i ragazzi non c’era neppure un bidello. E così, approfittando dell’occasione, uno degli alunni ha sferrato una gomitata ad una compagna di classe, fratturandole due costole. E’ accaduto qualche giorno fa in una scuola elementare di Galatina. Vittima, una bimba di dieci anni, aggredita e colpita violentemente dal compagno. Così violentemente che si è accasciata al suolo ed ha avuto difficoltà di respirazione ed ha vomitato diverse volte. L’insegnante, rientrata in classe perché chiamata da alcuni alunni, ha minimizzato l’accaduto, forse per paura delle conseguenze che potevano ricadere su di lei, e ha pensato di non chiamare il Pronto soccorso e di non informare del fatto neppure il dirigente scolastico, che è venuto a sapere di quanto era successo direttamente dai genitori della piccola, qualche giorno dopo. Questi infatti, all’uscita della scuola, hanno visto la loro bambina sconvolta e con i capillari del volto rotti. Dopo la denuncia dei genitori, a scuola si è riunito il consiglio di interclasse; ancora non si conoscono i provvedimenti che questo ha in mente di mettere in atto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!