Riscatto da tre punti

Dopo l'amara sconfitta di Brescia il Lecce vince contro il Bologna

Una partita che vale tre punti, ma soprattutto che serve a riscattare la brutta sconfitta contro il Brescia, un riscatto per tutta la squadra ma soprattutto per quei giocatori che più ne erano usciti penalizzati e che più erano stati criticati: Pavarini, Tiribocchi e Zanchetta.

Il Lecce ospita in casa un Bologna da play off, ci si aspetta quindi un avversario che tenterà il tutto per tutto per ottenere il massimo risultato. Dal canto suo il Lecce dopo la partita di Brescia ha molti motivi che lo spingono a cercare il riscatto in casa e molte individualità cercano il riscatto personale (ved. Pavarini e Tiribocchi). Ma il primo tempo scorre e trascorre inesorabile, scandito da tempi lunghi e poco ritmati, azioni poco incisive dall’una e dall’altra parte. Il Lecce può contare su una buona azione iniziale (al 4°) di Valdes che avanza, al limite dell’area tenta il tiro, deviato, ma Tesser aggancia comunque, anche se poi il tiro del brasiliano è scomposto e poco ed è di poco a lato, poi l’iniziativa di Munari, che con un lancio lungo serve Tiribocchi che aggancia in area, ma viene poi ostacolato nel tentativo di tiro, ancora Munari al 17’ segna un gol non valido perché in posizione di fuorigioco. I ragazzi di Lecconi nel frattempo non si vedono e non fanno molto per farsi vedere dalle parti di Pavarini che infatti è impegnato per la prima volta al 33’ su un tiro non deciso di Marazzina. Il Lecce invece inizia a vivacizzare il gioco, e la partita sembrerebbe chiusa al 47’ con un intervento di Pavarini su timido tentativo di Zauli, quando invece allo scadere arriva il gran bel gol di Tiribocchi, che dalla distanza recupera palla, vede Antonioli fuori dai pali ed il suo pallonetto finisce in rete. Al rientro dagli spogliatoi lecconi ha già operato due cambi: fuori Manfredini e Zauli, dentro Smit e Bellocci. Quest’ultimo si dimostra la scelta giusta perché inizia a creare buone occasioni, come quella dell’11 quando costringe Pavarini, con un tiro dalla distanza,alla massima estensione sul secondo palo, per deviare la sfera in corner. Bellocci non da tregua ed al 20’ segna il gol sua azione quasi fotocopia della precedente. Subito dopo il pareggio si avverte un leggero calo da parte del Lecce, ma pochi minuti di tregua prima di iniziare la sfilza di tiri in porta, il Bologna non riesce a contenere le azioni del Lecce, che arrivano soprattutto da Tesser e Juliano, a conclusione va quasi sempre Tiribocchi. Al 37’ il signor Moranti fischia una punizione a favore del Lecce, quasi al limite dell’area, posizione centrale, si presenta sul pallone Zanchetta e tutti pensano a quelle punizioni per cui si è fatto conoscere in passato ma che in maglia giallorosa non ha ancora fatto vedere, nel frattempo esce Tesser per Osvaldo, ma il capitano è sul pallone ed il suo tiro è preciso, diretto e di potenza, ed è dentro, segna così il gol del 2 a 1. La gara si conclude con due belle emozioni per parte: al 41’ Amoroso dalla distanza tenta il tiro di potenza, ma Pavarini è bravo a respingere in extremis; al 43’ il cross lungo di Osvaldo è per Tiribocchi che aggancia e tira di prima, ma sfiora appena il palo. Si chiude quindi la gara al via del Mare con il Lecce che tiene a casa i tre punti e si prepara alla sfida del 1° maggio contro la Triestina e soprattutto al derby in trasferta contro il Bari di sabato prossimo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!