Più attenzione all’Università

Le richieste di Limone a Congedo

In una lettera inviata a Saverio Congedo, consigliere regionale, Oronzo Limone, rettore dell’Università del Salento chiede attenzione ai problemi legati al mondo universitario. E, specifica, che questa non sia limitata al solo periodo pre-elettorale

Gentilissimo consigliere, rispondo alla Sua relativa all’odierno incontro del candidato sindaco, onorevole Antonio Rotundo, con le Rsa (Rappresentanze sindacali zziendali) precisandoLe che si tratta di un’iniziativa assolutamente legittima che le organizzazioni sindacali hanno deciso di attuare nell’ambito dell’autonomia garantita loro dal contratto nazionale di lavoro del personale tecnico-amministrativo dell’Università e nel rispetto del limite annuale riservato alle assemblee del personale. Colgo però l’occasione offertami dalla Sua lettera per dirLe che non posso che apprezzare l’interesse che il dibattito con l’Università suscita. Aggiungo incidentalmente che chiunque sia interessato ad un costruttivo e propositivo confronto con la realtà universitaria è sempre il benvenuto. Auspicherei pertanto, come è già accaduto con gli esponenti di altri Comuni limitrofi della nostra provincia, che i candidati esprimessero le loro intenzioni relative alla realizzazione di Lecce città universitaria (parlando, nello specifico, di trasporti, servizi, residenze, logistica, edilizia) e si pronunciassero circa il loro impegno. Nello stesso tempo sarei parimenti lieto che si parlasse di questi temi non solo in periodo elettorale, giacché il nostro operare, come è noto, non conosce stagioni e necessiterebbe di un’attenzione particolare da parte di chi si occupa dello sviluppo del territorio in maniera istituzionale. Ringraziandola per l’attenzione riservataci Le porgo distinti saluti. Prof. Oronzo Limone

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!