Bilioteca e mediateca a Specchia

Il Castello Protonobilissimo si prepara a diventare un importante contenitore culturale

Silvia Godelli, assessora regionale alla Cultura, Mediterraneo e Pace, inaugurerà domani la biblioteca di Specchia. La cerimonia ufficiale sarà occasione per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra Citc-Unesco, Regione, Comune di Specchia e Icm, per la realizzazione nel Castello di una mediateca multifunzionale per l’area euro-mediterranea

Cerimonia ufficiale, domani a Specchia. Lìappunatmento è per le ore 19 in piazza del Popolo: Silvia Godelli, assessora regionale alla Cultura – Mediterraneo e Pace inaugurerà la nuova biblioteca comunale, ubicata presso le sale del Castello Protonobilissimo. A seguire, sarà sottoscritto il protocollo d'intesa, tra il Consiglio internazionale del cinema, della televisione e della comunicazione audiovisiva presso l'Unesco (Cict-Unesco), la Regione Puglia – Assessorato alla Cultura – Mediterraneo e Pace, il Comune di Specchia e l'Istituto di Culture mediterranee della Provincia di Lecce (Icm), regolante i compiti e le funzioni dei partners e degli organi istituzionali, per la realizzazione, sempre presso il Castello Protonobilissimo, di una mediateca multifunzionale per l'area euro-mediterranea. La firma, in rappresentanza dei partners della realizzazione della mediateca, sarà apposta dalla Godelli, da Antonio Lia, sindaco di Specchia, da Henri Dumolié (Francia), vicepresidente del Centro internazionale di cooperazione culturale (Cicc), dal Giulio Giordano, segretario generale del Cict-Unesco – Europe e da Luigi Pisanò, presidente dell'Istituto di culture mediterranee della Provincia di Lecce (Icm). Il Comune di Specchia è stato scelto dal Cict quale sede per l'installazione di una mediateca multifunzionale per l'area euro-mediterranea, per la realizzazione di un progetto destinato a dotare l'Unesco di una piattaforma satellitare atta a trasmettere per aree regionali distinte programmi educativi, culturali, scientifici e diffondere in tal modo i principi fondamentali che animano l'attività dell'agenzia, contribuendo al raggiungimento di uno degli obiettivi dell'Onu. Cict-Unesco ha sede a Parigi ed è stato creato nel 1958, su impulso dell’Unesco, una delle cinque Agenzie dell’Onu, il Cict, associazione Iong; il Consiglio raggruppa più di 40 organizzazioni internazionali, regionali e nazionali di 90 Paesi del mondo, attualmente il Cict è all’origine di numerosi grandi progetti internazionali in collaborazione con i settori della Comunicazione e della Cultura dell’Unesco.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!