A Leverano, per il 25 aprile

Una serie di manifestazioni sul tema “Linguaggi di Liberazione”, alla III^ edizione

L'Amministrazione Comunale di Leverano, in ricorrenza del 62° anniversario della la Liberazione dell'Italia dai nazi-fascisti, ha inteso ricordarne i contenuti ed i valori con una serie di interessanti manifestazioni

Una serie di interessanti manifestazioni caratterizza la celebrazione del 25 aprile a Leverano. L'Amministrazione Comunale, infatti, in ricorrenza del 62° anniversario della la Liberazione dell'Italia dai nazi-fascisti, ha inteso ricordarne i contenuti ed i valori di pace, di libertà e di legalità, ai vari livelli e nella varie circostanze, con una seri di appuntamenti, volti a coinvolgere tutta la cittadinanza, in collaborazione con le Istituzioni scolastiche locali, il Consiglio Comunale dei Ragazzi, le Associazione e la locale Sezione degli ex-combattenti e reduci. A suggerire il “livello alto” dato alle manifestazioni, è il particolare momento storico, carico di timori e preoccupazioni per la pace nel mondo. “Il 25 aprile 1945, pur lontano nel tempo, è una pagina della nostra storia da non dimenticare, che continua ad essere dolorosamente attuale per le vicende di guerra e di violenza quotidiana in tanta parte del mondo -ha dichiarato il Sindaco, Cosimo Durante- Abbiamo il dovere ed il difficile compito di preservare l'attualità del messaggio e dei significati della Liberazione, per rispetto a quanti, pur amanti della pace, furono costretti a impugnare le armi e, spesso, a morire, per difendere i loro ideali di fratellanza, in un mondo dilaniato e sconvolto dall'odio, dalla violenza, dal razzismo”. Programma: Dal 23 al 26 aprile presso la Sala Consiliare, ci sarà la Mostra del Tricolore, a cura del Distretto Militare di Lecce. Alle ore 17,30 di lunedì 23 ci sarà la solenne inaugurazione, alla presenza delle autorità civili e religiose. Nell’occasione, l’Amministrazione Comunale distribuirà ai visitatori, ed in particolare ai ragazzi, un simpatica pubblicazione “La Bandiera degli italiani” che ripercorre, anche con numerose immagini a colori, la storia del tricolore italiano Dal 23 al 30 aprile in Biblioteca Comunale, ci sarà la Mostra Fotografica di Leo Fiumara: I sopravvissuti a confronto nel' “S 21” ' – . L’ “S-21” è una scuola cambogiana, trasformata prigione di massima sicurezza e luogo di tortura dei Kmer Rossi, dove sono transitate oltre 14.000 persone, tutte uccise, tranne sette. Viene riproposto, con l’immediatezza di immagini, talvolta crude, quanto è accaduto in Cambogia: dove i Kmer Rossi, durante il regime di Pol Pot, non hanno risparmiato nessuno: circa un terzo della popolazione cambogiana, fu considerata nemica dagli stessi connazionali e barbaramente uccisa. Il 24 aprile, presso la sala Federico II°, in via V. Veneto a Leverano, è programmata una manifestazione di spessore culturale, che vede la presenza del grande regista Giuseppe Ferrara, noto per i suoi film di impegno e di denuncia civile (''Il sasso in bocca'', “Il Caso Moro” ''Giovanni Falcone'', ''Segreti di Stato'', ''I banchieri di Dio – Il caso Calvi'' sono alcune delle straordinarie pellicole da lui dirette., Falcone e Borsellino, Il banchiere di Dio (caso Calvi). Alle ore 19,00 di martedì 24 aprile, infatti, alla presenza del regista, verrà presentato e proiettato, in anteprima nazionale il film ”Guido che sfidò le Brigate Rosse”, un evento cinematografico di valenza nazionale, incentrato sulla vicenda di Guido Rossa, sindacalista ed operaio, che, nel 1978, osò opporsi alle Brigate Rosse, per senso di democrazia, denunziando un loro fiancheggiatore. Guido Rossa (nel film interpretato da Massimo Ghini) fu ucciso, nel gennaio 1979, da un commando delle Brigate Rosse. L’evento è importante perchè costituisce un episodio determinante, che alienò alle Brigate Rosse le ultime simpatie di cui ancora godevano nell’ambo del movimento proletario di estrema sinistra. Il valore del regista ed un cast d’eccezione (oltre a Massimo GHINI: Anna GALIENA, Gianmarco TOGNAZZI, Mattia SBRAGIA , tanto per limitarci ad alcuni attori) sono tali da assicurare il successo del film, i cui diritti sono già stati acquistati dalla RAI Il 25 aprile: – Nel pomeriggio, alle 16.30, ci sarà un concerto bandistico per le vie cittadine; – alle 17.30 la formazione del corteo, presso il municipio con destinazione piazza Roma. – Alle ore 18.00 presso la Chiesa SS. Annunziata, avrà luogo la S. Messa. – Per chiudere l'Anniversario della Liberazione, alle 19.00 avrà una deposizione di una corona presso il Monumento ai Caduti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!