Alla guida in stato di ebbrezza

Fermato dai carabinieri della Stazione di Salve e quelli della Compagnia di Tricase

Ubriaco, non si ferma ad un posto di blocco dei carabinieri e quando questi, dopo un inseguimento, lo bloccano definitivamente, lui si scaglia contro di loro con un coltello a serramanico. Luca Spinelli, 32enne di Morciano di Leuca, reso e condotto

Per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza alcolica, i carabinieri della Stazione di Salve e quelli della Compagnia di Tricase hanno arrestato, in nottata, Luca Spinelli, 32 anni, di Morciano di Leuca, in attesa prima occupazione. Dopo che i militari gli avevano intimato di fermarsi ad un posto di blocco nel Comune di Morciano di Leuca, il giovane, non solo non ha obbedito all’ordine, ma tentando di speronare l'autovettura dei carabinieri, si è allontanato velocemente non esitando a transitare con la propria utilitaria anche sui marciapiedi prima di essere, dopo un breve ma movimentato inseguimento, bloccato definitivamente nel Comune di Salve. Una volta sceso dalla seat Marbella, in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha spintonato e minacciato ripetutamente i carabinieri che tentavano di calmarlo, nonostante brandisse anche un coltello a serramanico con il quale istigava le forze dell’ordine ad utilizzare le armi nei suoi confronti. Bloccato e disarmato è stato accompagnato in caserma e dopo le formalità di rito, che hanno compreso anche il ritiro della patente ed il sequestro del coltello, è stato condotto nel carcere di Lecce a disposizione della locale Procura della Repubblica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!