“Basta con i pettegolezzi”

Le precisazioni di Poli Bortone

“Non ho avuto nessun problema con Raffaele Fitto. L’asse Alleanza nazionale-Forza Italia è imprescindibile”. Adriana Poli Bortone, coordinatrice di An in Puglia, sgombra il campo dalle polemiche e rilancia l’alleanza con Forza Italia

“Ancora una volta sono costretta ad intervenire per chiarire le tante fantasie che sono state avanzate nel periodo di totale silenzio stampa. Come coordinatore regionale di An non posso che condannare una campagna elettorale connotata esclusivamente da un dibattito di bassa lega, fatto di volgarità politiche, insinuazioni e menzogne”. Adriana Poli Bortone, coordinatrice di Alleanza Nazionale in Puglia, chiarisce i termini della questione politica che si è venuta a creare a seguito dell’ultima seduta del consiglio comunale di Lecce e fa il punto della situazione della campagna elettorale in corso. “Credo nelle alleanze e nella lealtà degli alleati – specifica Adriana Poli Bortone – e, per essere chiara, con Fitto non ho avuto e non ho alcun problema di natura politica (come ha già riferito lo stesso Fitto), ritenendo che l’asse An-Fi possa rappresentare a Lecce, come altrove, un elemento imprescindibile per continuare a costruire quel Polo del centrodestra, speculare a quello del centrosinistra, in grado di determinare una reale alternanza democratica come negli altri Paesi europei. Per far ciò dobbiamo partire dalle piccole realtà locali costruendo dal basso quel grande progetto politico che deve prescindere da piccole beghe, pettegolezzi, menzogne, insinuazioni, specialmente quando sono fatte da chi in passato ha avuto ruoli di responsabilità anche nell’amministrazione della città o da chi dovrebbe chiarire sue inquietanti appartenenze comparse solo fuggevolmente sulla stampa nazionale. Per essere ancora più chiara: ritengo che nessuno debba entrare nel giudicare come sia composta la lista di An, l’unica lista di An, su cui non possono farsi confusioni con civiche, e che, anche in futuro, non potrà subire cambiamenti, atteso che le scelte sono state già fatte all’atto dell’adesione alla lista comunale di Alleanza Nazionale. Non c’è bisogno alcuno, dunque, di sollecitazioni al rispetto delle candidature altrui che attengono, ora come prima, alla responsabilità esclusiva dei dirigenti di Partito. Sono convinta – continua – che ciascuno di noi saprà fare le scelte migliori per garantire stabilità al futuro Governo della città, che dovrà far conto su consiglieri presenti, responsabili e consapevoli, come sempre è giusto che sia. Deluderò coloro che sulla stampa hanno interpretato il silenzio fino a mercoledì come l’intento di voler portare in Esecutivo nazionale una situazione locale che io e Fitto siamo ben in grado di risolvere senza dover scomodare i vertici del Partito e con tutta l’autorità e responsabilità che ci compete. La vertenza – conclude la coordinatrice regionale di An – può considerarsi, ancora una volta, chiusa con l’invito a spostare il tiro su tematiche politiche che possano connotare una campagna elettorale fino ad oggi priva di contenuti e ricca di menzogne. Anche perché non sono certo le esagerazioni che possono attrarre l’elettorato, molto più attento e più serio di quanto qualcuno possa immaginare”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!