Fondazione Bastianutti. Si parte a settembre

Sabato scorso, in conferenza stampa, il punto sui lavori

I lavori per la realizzazione della fondazione in onore di Paola e Daniela Bastianutti proseguono secondo i tempi previsti. E intanto Claudio Bastianutti, presidente del CdA e padre delle due ragazze, sta ricercando il personale da impiegare nella struttura

Iniziati da un paio di mesi i lavori per la ristrutturazione dell’ex Lazzaretto, l’immobile storico adiacente alla Chiesa di S. Maria della Croce, destinato a diventare la sede della “Fondazione onlus Daniela e Paola”. I lavori procedono secondo i programmi, come ha spiegato sabato durante una conferenza stampa Claudio Bastianutti, presidente del Consiglio di Amministrazione, e quasi certamente saranno completati entro il 31 agosto prossimo. “Ne siamo certi – ha spiegato il padre delle ragazze – la struttura sarà completata e partirà per settembre”. A parte i lavori di ristrutturazione, i responsabili della Fondazione sono impegnati nel reperire il personale adatto a gestire i dieci ragazzi orfani o senza genitori, di età compresa tra i tre e i 13 anni, che saranno ospitati nell’ex Lazzaretto. “Vogliamo partire preparati – afferma il presidente del CdA – ed abbiamo l’interesse a selezionare personale molto motivato”. Alla “Fondazione onlus Daniela e Paola” servono dieci-dodici educatori, non volontari, laureati in Scienze dell’Educazione, in Pedagogia o in facoltà equipollenti, che si occuperanno dei piccoli ospiti della casa-famiglia. Il CdA della Fondazione, per fare presto, sta bruciando le tappe ed ha già nominato un gruppo di persone che valuterà i curricula dei candidati. “Raccoglieremo le domande fino alla metà di maggio – spiega Bastianutti – poi, fino ai primi giorni del mese di giugno, verranno fatti i colloqui con i candidati e sarà dato un giudizio su ogni persona. Deve essere gente motivata ed appassionata – insiste il presidente – perché più che un lavoro, che verrà comunque retribuito, deve essere una missione. Se prenderemo educatori senza esperienza, gli faremo fare un periodo presso altre strutture simili. La nostra ambizione è che questa struttura sia prima di tutto una famiglia, e poi una casa”. Il personale della “Fondazione onlus Paola e Daniela” sarà costituito da un’equipe di educatori che sarà a disposizione della struttura 24 ore su 24, personale di servizio (cucina, pulizie ecc.) e professionisti esterni a convenzione (assistente sociale, pedagogo, psicologo ecc.). I curricula possono essere inviati per posta presso la sede provvisoria della Fondazione (c/o Claudio Bastianutti, via Puglia 27, 73046 Matino) oppure per e-mail all’indirizzo c.bastianutti@alice.it . “Stiamo aspettando anche – conclude Bastianutti – gli aiuti finanziari che Comune, Provincia e Regione ci hanno promesso e che non sono ancora arrivati”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!