Salvatore Antonaci apprezza Perrone

Lettera dell'Associazione radicale nonviolenta Diritto e Libertà

Utilizzando toni inusitati e coraggiosi, Perrone ha dichiarato, giustamente a nostro avviso, che il principale problema dell'indulto é costituito dalla scarsa attenzione posta dalla politica all'effettivo reinserimento degli ex-detenuti

Esprimiamo vivo apprezzamento per l'intervento del candidato di centro-destra al Comune di Lecce, Paolo Perrone, pronunciato a margine di una sua visita presso il carcere di Borgo San Nicola. Utilizzando toni inusitati e coraggiosi, Perrone ha dichiarato, giustamente a nostro avviso, che il principale problema dell'indulto é costituito dalla scarsa attenzione posta dalla politica all'effettivo reinserimento degli ex-detenuti nel consesso delle “persone civili ” e non, come, ci permettiamo di soggiungere, vanno propalando con leggerezza francamente delirante autorevoli esponenti della sua coalizione, dalla inesistente, o quasi, recrudescenza dei reati causata da questo provvedimento, a suo tempo, ricordiamolo, tenacemente richiesto dal precedente Pontefice, Giovanni Paolo II. Concordiamo, nondimeno, partendo dall'assunto costituzionale della funzione riabilitativa della pena, con la proposta di ” un centro d'accoglienza per gli ex-detenuti “, purchè non inteso come l'ennesimo carrozzone dirigistico, ma come prima tappa del lungo, faticoso percorso di recupero di coloro che hanno espiato la propria colpa.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!