Incongruenze dei servizi aggiuntivi a Lecce

Rischio messa in mobilità per 101 unità lavorative

Rischio messa in mobilità per 101 unità lavorative da parte delle aziende prima detentrici del servizi

LE INCONGRUENZE DEI SERVIZI AGGIUNTIVI IN CITTA’. INTERVIENE IL CANDIDATO MARIO DE CRISTOFARO Al di là degli eventi che riguardano la maggioranza di Palazzo Carafa “almeno sui servizi aggiuntivi pare aprirsi qualche spiraglio e il dirigente di settore ha fatto il suo dovere giacchè ha affidato al nuovo pool di aziende –spiega De Cristofaro- i lavori per la pulizia di Lecce e delle marine”. Una stranezza però non sfugge. “Pare l’ affidamento sia a tempo, pari cioè a 20 giorni rinnovabili o meno ma, di contro, le aziende interessate pare abbiano promesso contratti a tempo indeterminato. Come sarebbe possibile far combaciare questi due aspetti palesemente incongruenti e inconciliabili ?”. Inoltre, a questa realtà se ne opporrebbe un’ altra decisamente preoccupante. “Partirebbero le lettere di messa in mobilità di 101 unità lavorative da parte delle aziende prima detentrici del servizio”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!