Poli scrive a Rollo

Rischio disservizi ospedalieri

Adriana Poli Bortone, sindaca di Lecce, scrive a Rollo e chiede spiegazioni sul provvedimento che determinerebbe una nuova distribuzione dei primari al presidio leccese

In qualità di autorità responsabile della Sanità sul territorio comunale leccese, Adriana Poli Bortone, prima cittadina del capoluogo salentino, ha scritto ieri a Rodolfo Rollo, commissario straordinario della Asl/Le, per avere informazioni in merito ad un provvedimento dell’azienda sanitaria (del 21 marzo scorso) che determinerebbe una nuova distribuzione dei 16 incaricati coordinatori di unità operative (ex caposala dei reparti) all’interno del presidio ospedaliero “Vito Fazzi” e conseguenti possibili disservizi e disagi organizzativi. Come rileva il primo cittadino, la situazione è stata denunciata in una lettera di Cgil Funzione Pubblica (Federazione lavoratori Funzione Pubblica Lecce), in cui si parla della presunta illegittimità del provvedimento, ed è stata riportata in questi giorni da qualche testata giornalistica. “Le chiedo di avere spiegazioni di una vicenda che appare particolarmente spiacevole – scrive Adriana Poli Bortone – e che senza dubbio danneggia l’utenza e più in generale la funzionalità dei reparti, creando notevoli disagi (soprattutto agli stessi primari). Dal momento che apparentemente non vi è una spiegazione logica rispetto ai provvedimenti assunti – conclude – la prego di volermi informare nel dettaglio su quanto accaduto”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!