Una scuola in nome della prof

A termine l’iter di intitolazione dell'istituto

Scomparsa prematuramente del 2006, quando svolgeva ancora la sua attività di insegnante, Maria Lidia Morgante è stata una figure più rappresentative dell’istituto comprensivo IV Polo di Casarano. Che da oggi porta il suo nome

Ora è ufficiale. L’istituto comprensivo IV Polo di via IV Novembre a Casarano è intitolato all’insegnante Maria Lidia Morgante. Il relativo decreto, firmato da Antonio Campanelli, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, è stato protocollato mercoledì scorso dalla segreteria della scuola. Il percorso amministrativo era cominciato esattamente un anno fa, il 14 marzo 2006, con la deliberazione del Consiglio d’Istituto del Polo 4 di intitolare la scuola ad una delle sue insegnanti più rappresentative, prematuramente scomparsa l’11 gennaio 2006 quando ancora era in attività. A questo atto si è aggiunto, il 12 maggio 2006, la delibera della giunta municipale, a cui è seguito il parere favorevole della Prefettura di Lecce (16/02/2007). Infine, la pratica è giunta sulla scrivania di Campanelli che ha firmato il provvedimento di intitolazione. L’istituto comprensivo “Maria Lidia Morgante” è il primo dei quattro istituti comprensivi della città a darsi un nome ufficiale. Gli altri tre poli scolastici, infatti, dopo la riforma scolastica che ha unificato in un’unica amministrazione le ex scuole materna, elementare e medie, continuano a chiamarsi con l’indirizzo della sede principale: via Ruffano (Polo 1), via Messina (Polo 2) e piazza San Domenico (Polo 3).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!