Confindustria: “Un tavolo tecnico per le infrastrutture”

Le proposte di Confidustria Lecce e Brindisi sui fondi Por, Pon e Fas

Il potenziamento ferroviario della linea Brindisi – Taranto – Metaponto – Ferrandina – Salerno; il collegamento ferroviario di Brindisi con il porto e l’aeroporto del Salento; la realizzazione dell’asse stradale bradanico–salentina; il completamento della rete delle Ferrovie del Sud Est e della grande stazione di Lecce; la realizzazione di uno studio per l’individuazione del sistema integrato intermodale con la concretizzazione del Distripark salentino. E’ questa la piattaforma logistica immaginata dagli industriali

Significativa ed unanime la convergenza sul documento proposto sabato mattina da Confindustria Lecce e Confindustria Brindisi, nell’incontro sulla programmazione dei Fondi Por e Pon relativi alle infrastrutture, svoltosi presso Tenuta Monacelli, con la deputazione parlamentare e regionale e con le istituzioni. E’ stato ribadito da tutti gli intervenuti la valenza strategica della piattaforma logistica regionale e la necessità che le scelte siano coerenti. In tale contesto, la realizzazione di un sistema che leghi il Salento con l’hub di Taranto e il porto di Brindisi e il nodo di Lecce alle direttrici nazionali ed internazionali, è apparsa irrinunciabile. Così come il collegamento con il Corridoio 8 e, quindi, con l’asse adriatico per un verso, e il collegamento con il Corridoio 1 e, pertanto, con l’asse tirrenico attraverso la direttrice bradanico – salentina e i nodi di Ferrandina – Salerno. “Lo sviluppo delle reti e il potenziamento dei nodi all’interno della piattaforma logistica deve pertanto essere perseguito – hanno affermato le associazioni degli industriali – utilizzando le risorse del Por, del Pon e del Fas insieme alle risorse ordinarie. In tale ottica, fondamentale valenza acquisisce una programmazione attenta al potenziamento ferroviario della linea Brindisi – Taranto – Metaponto – Ferrandina – Salerno; il collegamento ferroviario di Brindisi con il porto e l’aeroporto del Salento, la realizzazione dell’asse stradale bradanico – salentina nonché il completamento della rete delle Ferrovie del Sud Est e della grande stazione di Lecce, la realizzazione di uno studio per l’individuazione del sistema integrato intermodale con la concretizzazione del Distripark salentino”. L’incontro si è concluso con la costituzione di un tavolo tecnico istituzionale misto con la presenza dei rappresentanti dei Comuni capoluogo delle province interessate, della Regione, delle Camere di Commercio e di Confindustria per la rimodulazione degli interventi da finanziare con le risorse del Por, del Pon e del Fas. Il comitato metterà a punto una proposta condivisa finalizzando gli interventi alla realizzazione della piattaforma logistica regionale e all’inserimento organico del Salento nella stessa piattaforma.

All’incontro insieme a Piero Montinari e Massimo Ferrarese, rispettivamente presidente di Confindustria Lecce e di Confindustria Brindisi e ai direttori Antonio Corvino ed Angelo Guarini, sono intervenuti per Confindustria Lecce: Antonio Stefanelli, Ennio Montinaro, Giacinto Colucci, Nicola Delle Donne, Giovanni Lagioia, Giuseppe Nielli, Luigi Zilli, Martino Nicolazzo, Massimo Mello, Michele Zonno, Osvaldo Troso, Paolo Pagliaro, Roberto Fatano, Sebastiano Schito, Sergio Goffredo, Vito Ruggeri Fazzi, Giuseppe Latino, Emanuele Rizzo. Per Confindustria Brindisi, Domenico Barretta, Massimo Bianco, Antonio Bozzetti, Mauro Brega, Ferrero Cafaro, Luigi Della Rosa, Marcello Di Giulio, Pierluigi Francioso, Francesco Perrino, Sergio Sernia. Insieme al vicepresidente del consiglio regionale Sandro Frisullo, sono intervenuti i consiglieri Donato Pellegrino, Giuseppe Taurino, Luigi Caroppo, Saverio Congedo, Rocco Palese, Vittorio Potì, Marcello Rollo. Tra i parlamentari hanno partecipato all’incontro: Raffaele Fitto, Giovanni Carbonella, Eupreprio Curto, Rosario Giorgio Costa e Alberto Maritati. Insieme al sindaco del comune di Brindisi sono intervenuti: Antonio Del Coco, Domenico Frantone, Francesco Nigro, Gianpietro Rollo, Paolo Chiantera, Mauro Dattis, Nicola Didonna. Hanno partecipato ai lavori, infine, i presidenti della Camera di Commercio di Lecce e Brindisi, rispettivamente Alfredo Prete e Giovanni Brigante.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!