Addirittura 5!!!

Il Lecce risponde con una vittoria per 5 a 0 a chi gli chiedeva un risultato convincente

Il risultato c'è stato, la prova anche, ma non convince gli scettici perché infondo il Frosinone sembrava quasi non esserci in campo (a dispetto della sua superiore posizione in classifica). Ora i giallorossi dovranno approfittare, dopo la trasferta di Rimini, di ben tre turni consecutivi in casa, per recuperare dignità

Al Lecce si chiedeva una prova di carattere ed un risultato che potesse compensare le delusioni delle gare precedenti. Effettivamente il secondo c’è stato, perché quando mai un tifoso giallorosso potrà di nuovo sperare in uno strabiliante 5 a 0? Ma per dovere di cronaca dobbiamo anche dire che il Lecce non è certo diventata la squadra delle meraviglie, sicuramente ha meritato molto di più del Frosinone, anzi sul finale il risultato poteva anche raggiungere dei numeri spropositati, viste le numerose palle gol create dai ragazzi di mister Papadopulo, ma c’è ancora molta strada da fare per ridare dignità ad un campionato nato male. Questo pomeriggio al via del Mare, sotto la pioggia, il Lecce è partito subito alla riscossa, ottenendo in poco meno di dieci minuti ben quattro corner, e proprio sugli sviluppi del quinto angolo, al 12’, Polenghi di testa mette dentro e segna l’1 a 0. Nemmeno il tempo di esultare che al 14’ una bella azione di Valdes serve Munari in area che segna il 2 a 0. Qui si capisce subito che per il Lecce la partita prenderà una certa piega, perché un doppio vantaggio nei primi minuti fornisce la giusta spinta propulsiva. Nel frattempo il Frosinone si vede poco quanto niente e quando al 18’ Di Nardo ha la possibilità di accorciare le distanze, ma clamorosamente con il suo tiro prende in pieno il palo, proprio il secondo palo, su cui era stato lasciato solo, indisturbato alle spalle di Pavarini, si capisce che i ragazzi di mister Iaconi oggi non hanno molte speranze. Infatti al 37’ ancora una splendida azione di Valdes procura il terzo gol: il cileno supera gli avversari, entra in area, e nella mischia la mette dentro con ultimo tocco di Munari. E dopo aver lavorato tanto per gli altri al 40’ arriva anche per lui il momento di gloria, quando Argilli lo atterra in area, viene espulso ed il signor Gava indica il dischetto, ovviamente risponde alla chiamata Valdes, che con un tiro di precisione segna il gol del 4 a 0. Il primo tempo si conclude con un salvataggio sulla linea di porta ad opera di Diamoutene sul tiro di Lodi. Ovviamente la ripresa non da molte emozioni, su un risultato così il Lecce allenta la presa mentre il Frosinone non ha le forze per reagire, resta comunque il tempo per segnare anche il quinto gol ed avviene al 20’ quando al limite dell’area Vascak con un tiro potente e centrale beffa Chiodini e segna. Il resto della ripresa trascorrerà con vari tentativi del Lecce di andare in porta, o meglio di servire Tiribocchi per un gol proprio nel giorno in cui pare vogliano segnare proprio tutti. Il Lecce adesso si prepara già per la trasferta di Rimini di martedì sera e soprattutto per tre incontri casalinghi di seguito, un’occasione da non sprecare per ridare dignità alla squadra.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!