Non solo mimose

Un salotto culturale e musicale per riflettere insieme sul ruolo della donna

La Pro Loco di Maglie è lieta di presentare un'iniziativa volta alla riflessione sul ruolo della donna nelle istituzioni. Lontano dal frastuono della città, un salottino culturale ospiterà, a Maglie, quanti vorranno celebrare la donna attraverso un vivace dibattito, accompagnati dalla calda musica di un pianoforte.

Questa sera, 8 marzo 2007, alle ore 19 nei locali della libreria “Universal Service” di Via Ospedale, la Pro Loco di Maglie, presieduta dalla Dott.ssa Mellone, celebrerà la ”Festa della donna“ con una iniziativa dal sapore insolito coniugando cultura, musica e temi sociali in un incontro allietato dalla splendida voce della giovane M.Luisa Lattante e dal pianoforte di Rosanna Mellone. L’iniziativa, ideata e realizzata dalla presidente, a completamento ideale del lavoro compiuto dalla Commissione Pari Opportunità di Maglie, è stata intitolata “Non Solo Mimose”. Quest’anno, infatti, la ricorrenza della ”Festa della Donna” sarà occasione, oltre che di rievocazione del ruolo della donna nelle varie espressioni della vita, anche e soprattutto di dibattito analitico e costruttivo su un problema che, per la sua gravità, non può attendere oltre, ma deve essere affrontato con partecipazione universale e responsabile da parte di tutti i cittadini. Il tema è:“La Violenza nella società”. Proprio a conferma di questa universalità saranno presenti e partecipi al dibattito anche gli studenti, autori dei lavori premiati dalla Commissione Pari-Opportunità, provenienti dagli Istituti Scolastici che hanno aderito al progetto “Non solo Mimose”. E’ volontà della Pro Loco di Maglie dare vita ad un serie di incontri nei quali il turismo delle culture possa diventare strumento efficace di progresso civile.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!