Casarano. Un incontro sui Pirp

Obiettivo: sensibilizzare i cittadini ad una nuova politica urbana

Dopo l’incontro del 2 marzo scorso, il Comune di Casarano ha organizzato per oggi un’assemblea con i residenti nel rione Botte, che sarà interessato dal progetto per la richiesta dei fondi Pirp destinati alla riqualificazione delle periferie

Per dare attuazione al principio fondamentale dei Programmi integrati per la riqualificazione delle periferie (Pirp), che prevede la partecipazione attiva degli abitanti al progetto, l’amministrazione comunale di Casarano ha organizzato un incontro, il secondo sul tema, con i residenti di contrada “Botte”. L’appuntamento è fissato per questa sera (alle ore 18) presso l’auditorium della parrocchia del “Cuore Immacolato di Maria”. Il popoloso quartiere è stato infatti indicato come l’oggetto del progetto, in fase di elaborazione da parte dei tecnici del Comune, e che sarà presentato al bando di gara per il relativo finanziamento. La Regione Puglia ha inteso avviare una politica di pianificazione urbanistica concertata per il sostegno alla riqualificazione urbana e il rilancio dell’edilizia residenziale pubblica, che è ferma da anni. Si è scelta la strada dei Pirp, programmi di tipo integrato, che includono: riqualificazione dell’ambiente costruito, riorganizzazione dell’assetto urbanistico, miglioramento della qualità ambientale, promozione dell’occupazione e dell’iniziativa imprenditoriale locale e contrasto all’esclusione sociale. I Pirp sono elaborati con la partecipazione attiva degli abitanti, affinché i programmi possano realmente soddisfare domande e aspirazioni di chi vi abita, migliorando il livello della qualità della vita in queste zone della città. Palazzo dei Domenicani, pertanto, dopo l’incontro di presentazione tenutosi nella sala consiliare il 2 marzo scorso, alla presenza di un buon numero di cittadini residenti nel quartiere, ha convocato un’assemblea nel rione, al fine di coinvolgere e sensibilizzare meglio i cittadini del quartiere e tutte le sue componenti in questo obiettivo e per la buona riuscita di questa nuova politica urbana, tanto complessa, quanto innovativa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!