Pro Loco Casarano: “Per il 2008, un Gran Carnevale del Salento”

L’idea di Walter Vergari

Appena archiviato il Carnevale 2007, la Pro Loco di Casarano, organizzatrice dell’evento, già pensa all’edizione dell’anno prossimo. E pensa in grande: un “Gran Carnevale del Salento” che raccolga i vincitori dei Carnevali dei singoli Comuni

Il Carnevale del 2007 è appena passato, ma la Pro Loco, organizzatrice della rassegna casaranese, pensa già all’edizione del 2008 e lancia un progetto ambizioso: il “Gran Carnevale del Salento”. L’idea è quella di organizzare una manifestazione di respiro provinciale aperta ai carri allegorici, alle coppie e gruppi mascherati vincitori dei tanti carnevali che ogni anno si organizzano nei Comuni del Salento. “La manifestazione – spiega Walter Vergari, presidente della Pro Loco – costituirebbe l’eccellente sintesi dei tanti Carnevali che già si svolgono nei vari Comuni salentini: I primi tre classificati delle categorie coppie, gruppi e carri allegorici sarebbero invitati a partecipare e contendersi, in una sorta di gara finale da tenersi il giorno della Pentolaccia, i premi che si metteranno in palio”. Il carro vincitore di Gallipoli contro quelli che hanno vinto ad Aradeo, Corsano e Casarano; il gruppo vincitore a Supersano che sfida quelli di Martignano, Copertino e Leverano: questo lo scenario che prospettano gli ideatori del “Gran Carnevale del Salento”. La Pro Loco non vuole lasciare a al caso e, con un anno di anticipo, ha già spedito la sintesi del progetto a vari interlocutori: alle amministrazioni pubbliche (Comune di Casarano, Provincia di Lecce, Regione Puglia) e, in particolare, agli assessorati al Turismo; all’Apt di Lecce e alle Unipli (le associazioni delle Pro Loco) regionale e provinciale. “Siamo coscienti che l’idea è ardua – aggiunge Vergari – ma siamo convinti che questa iniziativa potrebbe collocarsi a pieno titolo nelle attività istituzionali come un’importante iniziativa culturale e sociale per la promozione del Salento. Dagli enti a cui abbiamo proposto l’evento – conclude il presidente della Pro Loco – ci attendiamo un cenno di adesione con la speranza di pianificare quanto prima l’organizzazione della manifestazione”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!