Lupiae. Interviene Belgioioso

Il consigliere di Rifondazione accusa la gestione dei dipendenti della società mista

Stavolta parla Marcello Belgioioso, consigliere comunale di Rifondazione comunista. Per dire che non è la prima volta che la Lupiae servizi licenzia perché il Comune di Lecce disdice i contratti. “E’ accaduto anche nel 2005”

“La lettera di licenziamento che i vertici della Lupiae avrebbero inviato ad un dipendente, a seguito della messa in mora dei 13 notificatori legati alla società con un regolare contratto di lavoro a tempo indeterminato, non è certo la prima effettuata a carico di suoi dipendenti, per il mutare degli impegni contratti dall’amministrazione comunale con la società stessa”. Torna sul tema Lupiae Marcello Belgioioso, consigliere comunale di Rifondazione comunista, il quale ricorda che nel giugno 2005 sette assistenti socio-sanitarie, impiegate nell’ostello per disabili Itaca, assunte con convenzione dalla Lupiae u anno prima sono state dapprima licenziate e poi mantenute in servizio per altri 13 mesi senza contratto di lavoro; successivamente, allontanate per mancanza di fondi e infine riammesse. “In realtà – prosegue Belgioioso – pur avendo creato delle forme di precariato, l’amministrazione, almeno da otto mesi, spende più di prima, perché remunera in modo del tutto inadeguato rispetto alle prestazioni 16 operatori per un servizio corrispondente a quello prestato per due anni dalle sette operatrici licenziate”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!