Urso: “Il conflitto non c’è”

La risposta è ufficiale. Nessun conflitto di interessi

Fitto non è soddisfatto dal responso di Giacinto Urso, difensore civico della Provincia di Lecce, secondo il quale nessun conflitto di interessi pesa sulla coscienza di Giovanni pellegrino, numero uno della Provincia. E invita Pellegrino ad un confronto pubblico

Giacinto Urso, difensore civico della Provincia di Lecce, si è pronunciato. Dopo le indiscrezioni trapelate già due giorni fa, ieri il responso è stato ufficiale: “Nessuna violazione giuridica in tema di conflitto di interessi pesa su Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia”. Così ha scritto in due pagine fitte fitte firmate e poi consegnate allo stesso Pellegrino assieme alla relazione siglata da Antonio Scarascia, segretario generale. E poi girate ai consiglieri. Ma a Forza Italia il verdetto di Urso non basta. E Raffaele Fitto, coordinatore regionale del partito, ribatte, infatti, prontamente: “La questione è morale e politica e resta tutta, soprattutto se Giovanni Pellegrino continua ad omettere carte e documenti”. Secondo l’azzurro, infatti, Pellegrino non avrebbe consegnato tutto il materiale utile ad inquadrare correttamente la situazione e invece ne avrebbe forniti strumentalmente altri. Carte che, secondo Fitto, “riguarderebbero il centro commerciale di Galatina e il parco di Gallipoli e che invece in Procura non sono state portati”. Ma si dice pronto, il coordinatore di Forza Italia, ad un confronto con il presidente della Provincia. “Non in sedi – puntualizza – scelte secondo ciò che gli fa comodo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!