Fitto e Antonica insieme allo stadio

La lettera di Antonio Fitto a Sandra Antonica. “Vengo allo stadio con te”

Antonio Fitto, sindaco di Maglie, accetta l’invito di Sandra Antonica, prima cittadina di Galatina, a vedere insieme la partita di calcio Galatina-Maglie, che rientra nel campionato di eccellenza. “Il calcio vive un momento difficile – ha scritto Fitto in una lettera alla sindaca – e sta a noi politici riportare l’attenzione sull’aspetto sportivo e sociale”

Gentile Sindaco, accolgo volentieri l’invito che Ella a voluto rivolgermi. Insieme alla Giunta municipale ed a tutti i cittadini magliesi che vorranno unirsi a noi verrò domani a Galatina per assistere, alle ore 15, con lei all’incontro di calcio fra le rappresentative delle nostre due città che militano nel campionato di eccellenza. Mi unisco a Lei nel condannare gli episodi di violenza che si sono verificati nel novembre scorso nello stadio di Maglie e voglio, con Lei, testimoniare che è possibile dimostrare l’attaccamento ai colori della propria squadra mantenendo un comportamento civile. Il calcio vive nel nostro paese un momento difficile. Sta a noi politici fare ogni sforzo per riportare l’attenzione dei tanti appassionati e dei numerosissimi praticanti all’aspetto sportivo, senza trascurare quello sociale, ma emarginando con forza chi vorrebbe usare un momento di allegra aggregazione solo per sfogare le proprie frustrazioni. Sono certo che Galatina e Maglie riusciranno, ancora una volta, come è successo sempre nella loro storia, a dimostrare il loro alto grado di civiltà anche in questa occasione che, se a qualcuno può apparire frivola e banale, in realtà coinvolge molti nostri concittadini. In attesa di stringerLe domani, in campo, la mano a nome di tutti i magliesi Le porgo i miei più cordiali saluti. Antonio Fitto

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!