Parola d’ordine “internazionalizzazione”

Via alle strategie per vincere le sfide della competitività

Una Commissione per l’internazionalizzazione. Così Confindustria Lecce vuole affrontare le sfide del futuro. Lo ha spiegato Antonio Corvino, direttore generale dell’associazione degli industriali, durante l’incontro di martedì, quando sono stati nominati i componenti del gruppo di lavoro. Questo verrà presieduto da Roberto Fatano

Si è insediata lo scorso martedì la Commissione per l’internazionalizzazione di Confindustria Lecce. L’internazionalizzazione è un fenomeno ormai consolidato che coinvolge tutte le principali economie mondiali. L'acquisizione di informazioni sui mercati esteri e sulle opportunità di internazionalizzazione è, infatti, il primo passo che le imprese compiono per la selezione dei mercati e delle iniziative da realizzare all'estero. Della commissione, presieduta da Roberto Fatano, delegato all’internazionalizzazione per Confindustria Lecce, fanno parte Paolo De Vitis (sezione Abbigliamento), Gabriele Greco (sezione Ambiente), Valter Malerba (sezione Costruttori di impianti), Francesco Tarantino (sezione Alimentari), Michele Zonno, (sezione Calzaturiero), Sebastiano Schito (sezione Terziario), Giovanni Serafino e Arnaldo Tassi (sezione Turismo), Antonio Perrone (sezione Industrie varie), Francesco Torchietti (Gruppo giovani imprenditori, Carmelo Calamia (Provincia di Lecce), Alfredo Rizzo ed Elena Proto (Ice Bari). Alla riunione ha partecipato anche Amedeo Maizza della Facoltà di Economia dell’Università di Lecce. “La conoscenza della domanda locale e dell'offerta dei Paesi concorrenti, l'individuazione dei potenziali acquirenti, la conoscenza del sistema distributivo, delle normative doganali, fiscali, valutarie e tecniche – ha spiegato Antonio Corvino, direttore generale di Confindustria Lecce – costituiscono un corretto approccio per la selezione delle strategia da adottare. La commissione costituitasi – ha continuato – svolgerà attività di ‘indirizzo’ su tali temi, utilizzando le risorse umane, professionali, tecniche e relazionali presenti all’interno d’essa”. “Ciò avverrà – ha aggiunto Roberto Fatano – attraverso due fasi, con tempi e modalità ben distinte: nella prima, mediante una sorta di ‘vademecum’, il gruppo di lavoro elaborerà schemi e percorsi generali finalizzati all’internazionalizzazione, nell’ambito dei settori promozionale, contrattuale, economico, assicurativo, bancario, logistico, legale. La seconda fase comprenderà un’attività di programmazione attraverso la strutturazione di misure agevolative regionali, finalizzate al sostegno delle aziende che intendano internazionalizzarsi, ivi inclusa l’attività di formazione di figure professionali all’interno delle imprese che decidono di intraprendere la strada dell’internazionalizzazione”. Compito della commissione sarà, inoltre, predisporre con il contributo delle singole sezioni, un progetto di internazionalizzazione delle imprese salentine, che verrà proposto per l’inserimento nella Programmazione della Regione Puglia nell’ambito dei fondi strutturali 2007-2013.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!