Pentar entra in Italgest

Nuove concessioni in vista per il progetto MarPark

Al termine dell’operazione Pentar raggiungerà il 45 per cento di partecipazione al capitale di Italgest Mare. In questo modo, sarà possibile sviluppare le potenzialità di MarPark, il sistema telematico di ormeggio per imbarcazioni da diporto

Presto Italgest Mare, società del gruppo Italgest, avrà più risorse finanziarie e manageriali per promuovere lo sviluppo dei progetti e in particolare di MarPark, l’innovativo sistema telematico di ormeggio per imbarcazioni da diporto lanciato lo scorso anno in via sperimentale. Pentar, società di investimento guidata da Maurizio Romiti, ha infatti acquisito una partecipazione nel capitale sociale di Italgest Mare, che ha sviluppato MarPark. L’ingresso nel capitale è avvenuto attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato deliberato dall’assemblea di Italgest Mare. L’operazione sarà strutturata in più fasi, al termine delle quali Pentar raggiungerà una partecipazione pari al 45 per cento del capitale di Italgest Mare. MarPark è un sistema di fruizione sostenibile delle aree marine di pregio che consente l’ormeggio su boe telematiche, prenotabili via internet o call center, in grado di riconoscere automaticamente l’utente prenotato e abilitare i servizi richiesti (taxi nautico, allerta meteo, prelievo rifiuti, rifornimento, lavanderia, catering on board, diving ecc…). Grazie alla validazione della soluzione da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio esistono già due campi ormeggio nelle aree marine protette di Cinque Terre e Capo Carbonara. A breve, il sistema MarPark sarà installato ed esteso a tutta la Costa Smeralda. Il piano industriale di Italgest Mare, condiviso con Pentar, consentirà di sviluppare progetti finalizzati all’ottenimento di nuove concessioni. Il ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, Legambiente e Smeralda Holding di Tom Barrack, sono già partner delle diverse iniziative. Il modello di business prevede la vendita, l’installazione e la manutenzione dei campi boa eco-compatibili e lo sviluppo di joint venture con partner locali per la gestione delle aree marine protette attraverso l’attività di noleggio dei posti barca. “Abbiamo scelto di affiancare Italgest Mare per aiutarla a valorizzare questo progetto innovativo che risponde alla necessità di proteggere le aree marine, senza privare la fruizione delle stesse ai diportisti, di fronte allo sviluppo frenetico del turismo nautico – ha dichiarato Maurizio Romiti, vicepresidente e amministratore delegato di Pentar -. L’operazione è coerente con la mission di Pentar di accompagnare le imprese nel processo di crescita, offrendo un adeguato supporto strategico, manageriale e finanziario.” “Il sistema MarPark sta riscuotendo molto interesse sia in Italia che in Europa – ha invece affermato Paride De Masi, amministratore delegato di Italgest -. L’accordo con Pentar, partner di alto profilo, ci sembra adeguato per incentivare sempre più cultura sostenibile e comportamenti responsabili nel settore della nautica da diporto, al fine di difendere il mare, grande ricchezza del nostro Paese”. Il nuovo consiglio di amministrazione di Italgest Mare Srl sarà composto da Franco Tatò, presidente, Maurizio Romiti, vicepresidente, Valerio Lombardi, amministratore delegato, Paride De Masi e Domenico Sibilio, consiglieri.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!