Perrone: “La pubblica amministrazione al fianco delle imprese giovani”

Resoconto dell’incontro di Perrone con i sindacati

“Una delle soluzioni per valorizzare i talenti dei giovani potrebbe essere il potenziamento dello Sportello unico delle imprese”. Lo ha affermato Paolo Perrone, candidato sindaco di Lecce per la Casa delle Libertà, durante l’incontro con i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil

Un dialogo costante con i sindacati all’interno del “Comitato dell'economia e del lavoro” che servirà a ricondurre a sistema le numerose eccellenze di Lecce, proponendosi come spazio di incontro e di dialogo per individuare linee strategiche dello sviluppo della città. E’ la proposta che Paolo Perrone, candidato a sindaco della Cdl per il Comune di Lecce, ha fatto a margine dell’incontro di sabato scorso con i segretari provinciali Cgil, Cisl e Uil, in cui si è discusso del ruolo guida che Lecce capoluogo può assumere sui temi dello sviluppo economico e sociale. “Obiettivo principale della pubblica amministrazione – ha detto il candidato – è quello di sostenere le imprese, la crescita dei giovani e i loro talenti attraverso un progetto organico che li valorizzi”. Diverse le tematiche affrontate con i segretari provinciali Franco Surano (Cisl) Biagio Malorgio (Cgil) Salvatore Giannetto (Uil): dalla concertazione alla mobilità urbana, dalla valorizzazione delle periferie a quella dei talenti universitari, dalla necessità di proseguire l’ampliamento dei Servizi sociali, già iniziato dall'amministrazione comunale, attraverso la legge regionale 19 che ridefinisce il sistema integrato dei servizi all’infrastrutturazione e riqualificazione della zona industriale, dal lavoro nero nel settore del commercio al problema dell’occupazione giovanile. I sindacati hanno sottolineato, inoltre, la necessità di partecipare alla programmazione con la quale si intercetteranno i prossimi fondi comunitari disponibili dal 2007 per lo sviluppo dei piani sociali di zona. Un dialogo costante, quindi, come strumento per individuare le strategie di sviluppo che sarà possibile anche attraverso l’istituzione del “Comitato dell’economia e del lavoro” che Perrone ha posto tra i punti del suo programma. Ma non solo: “Immagino una pubblica amministrazione –ha ribadito il candidato – che non sia di ostacolo al sistema delle imprese, ma piuttosto stimolo attraverso, per esempio, il potenziamento dello Sportello unico alle imprese per snellire l'iter burocratico e dare risposte adeguate ai tempi dell'impresa. Fondamentale, inoltre – ha proseguito Perrone – il supporto ai talenti e alle creatività imprenditoriali giovanili proseguendo sulla strada già intrapresa: il progetto Urban, ad esempio, ha trasformato in realtà le idee di tanti giovani imprenditori e ha determinato un incremento del lavoro sul territorio. Occorre poi puntare alla formazione dei giovani attraverso un raccordo tra scuole, università ed impresa specie nel settore nuovo della Ict ed intercettare i talenti che si sono affermati altrove favorendone il ritorno sul territorio. Anche la riqualificazione dell'area industriale – ha concluso – può rappresentare una spinta propulsiva per la nascita di nuove imprese: l'amministrazione è pronta a fare la sua parte ma richiede che la Regione faccia fino in fondo la sua, definendo con chiarezza la prospettiva futura dei consorzi industriali”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!