Santa Croce blocca Taviano

Sconfitta fuori casa della pallavolo salentina

Resta ferma a quattro la serie di vittorie consecutive del Taviano volley. Che, in casa del Santa Croce, viene battuto per tre a uno. Marco Liefke, giallorosso, resta comunque il capolista tra i bomber di serie A2

E' partito con un momento di riflessione il match Santa Croce-Taviano di ieri. I due capitani hanno letto il messaggio voluto dalla Lega per ricordare l'ispettore capo di polizia Filippo Raciti, la cui vita è stata stroncata venerdì sera durante gli scontri a seguito del derby calcistico Catania-Palermo. Poi, le squadre sono entrate in campo per giocare. E lo hanno fatto nel migliore dei modi, accendendo una sfida che nel gioco d'apertura si è dimostrata molto combattuta, oltreché equilibrata. Nel primo set sono i padroni di casa a comandare il gioco ed il punteggio, ma le due parti si ritrovano sempre una attaccata all'altra, senza riuscire nell'intento di solcare il vantaggio buono per scattare avanti in solitudine. La trama del gioco è questa almeno fino al 20 pari, quando Santa Croce sorprende i salentini con un break, a questo punto decisivo, che segna il set d'apertura proprio sul filo di lana (25-23). Nel secondo parziale invece i padroni di casa, rotto il ghiaccio, riescono ad incidere meglio nel punteggio, facilitati da qualche errore di troppo commesso dalla formazione salentina. Alla seconda sospensione obbligatoria Santa Croce può vantare il +4 su De Giorgi e soci, vantaggio che si alimenta grazie all'ennesimo scatto degli uomini di Enzo Valdo (19-13). Il controbreak che vale il mini-recupero di Taviano è pronto e veemente (20-16) tanto da dimezzare lo svantaggio dalla co-capolista (22-19), ma non è sufficiente per riavvicinare ulteriormente la compagine di casa, che anzi nel finale di set non trova più la resistenza dei salentini (25-20). Come già successo altre volte quest'anno in campionato, il doppio svantaggio parziale punge l'orgoglio della Salento d'amare. Gli ospiti conducono il terzo set sul 3-5, poi fanno scattare la sirena lasciando Santa Croce ancora a meno 3 (5-8). Doppiato l'avversario al decimo punto di squadra (5-10), i salentini mantengono a lungo e a più riprese il break conquistato (9-14, 11-16), salvo cedere la doppia misura al rientro dal secondo minuto di sospensione regolamentare (15-18). I toscani rosicchiano ancora l'eredità dell'ottima prima parte di set di Taviano (20-22), ma non riescono a fermare del tutto l'inerzia grazie alla quale Ereu e soci riescono ad aggiudicarsi il terzo set disputato nella serata (21-25). Al rientro in campo delle due squadre, ad indovinare un ottimo avvio di parziale sono stavolta i padroni di casa (6-2, 8-4, 10-5), e come in occasione del gioco precedente, l'avvio a razzo di una delle due contendenti segna l'andamento di tutto il parziale a favore della squadra toscana. La formazione allenata da Enzo Valdo conduce sul 12-8 e sul 16-11, poi si produce in un allungo (20-14) che risulta decisivo per la conquista dell'intera posta in palio. Taviano infatti non riesce a ricucire lo strappo operato dai padroni di casa, e nonostante ani ben quattro palle del match, ammaina bandiera bianca quando il punteggio del parziale fissa il 25-22 finale. La Salento d'amare interrompe così a quattro la serie di vittorie consecutive, ma mantiene in gran spolvero il suo “fuori mano” Marco Liefke, miglior realizzatore della serata (25 punti contro i 22 di Fabbiani) e sempre più capolista della speciale classifica riservata ai bomber dell'A2.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!