Le Asl vigilino sulla gestione dei canili

La lettera di Piero Manni dopo la sventura nel canile di Corigliano d’Otranto

“Non mi hanno permesso di entrare nel canile di Corigliano d’Otranto, nonostante si fosse in orario di apertura, e hanno tentato di aggredirmi”. Lo racconta Piero Manni, consigliere regionale, nella lettera inviata a Franco Ricciardi, in cui richiede un intervento delle Asl per verificare sulla gestione dei canili

Gentile dottore, come già ho avuto modo di anticiparle telefonicamente, sabato 27 gennaio mi sono recato insieme con altre tre persone presso il canile “Bellavista rifugio pensione per cani” di Corigliano D’Otranto per visitarlo. Tale visita, nonostante si fosse nella fascia oraria di apertura al pubblico, mi è stata vietata ed ho anzi subìto dei tentativi di aggressione fisica, fortunatamente bloccati grazie anche alla presenza delle Forze dell’ordine. L’impedimento ingiustificato della visita e la reazione dei gestori del canile fanno sorgere il sospetto d’una qualche situazione di irregolarità nella conduzione del canile stesso. Tanto le comunico acchè lei valuti se non sia opportuno disporre una verifica, per quanto di competenza della Asl, delle condizioni di gestione del canile in questione. Le sarò grato se vorrà informarmi delle risultanze di una sua eventuale verifica, così che io possa darne conto ai cittadini che mi hanno investito della questione. Distinti saluti, Piero Manni

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!