Capobianco: “La moda salentina è magica”

Lo sviluppo del Salento cammina sulle esperienze di alta qualità

Ha riscosso grande successo a Roma la nuova collezione dello stilista salentina Gianni Calignano. Giovanna Capobianco, assessore provinciale alla Programmazione economica e ai Progetti strategici e di alta innovazione, ha dichiarato la propria soddisfazione

“La moda salentina può davvero creare incantesimi ed incanti tali da suscitare attenzione ed interesse in tutto il mondo”. E’ quanto ha affermato Giovanna Capobianco, assessora provinciale alla Programmazione economica e ai Progetti strategici e di alta innovazione, che ieri, a Roma, in una sala gremitissima, ha partecipato alla presentazione della collezione 2007/2008 “Incantesimi ed incanti” firmata dallo stilista salentino Gianni Calignano. “Ho avuto l’opportunità – ha detto Capobianco – di assistere ad un evento di grande qualità che ha suscitato entusiasmo e apprezzamento in tutto il pubblico. La magia dell’estro del Salento ha colpito non solo attraverso le stupende creazioni di Calignano, ma anche con i gioielli di Federico Primiceri e le borse di Tyberia, tutti salentini. Il successo registrato conferma la validità dei progetti della Provincia di Lecce che, tra le altre iniziative volte a favorire il riposizionamento competitivo del settore tessile e abbigliamento, ha scelto di collaborare con Calignano, attraverso il consorzio “Made in Salento”, aggregazione di otto aziende impegnate nella riqualificazione produttiva rivolta alla fascia medio alta del segmento moda. Un binomio, all’insegna della valorizzazione della creatività e delle produzioni locali, senz’altro proficuo, che si è già concretizzato nell’attivazione di tre tirocini formativi, della durata di sei mesi, per giovani interessati al mondo della moda. Credo che su esperienze di alta qualità – ha concluso l’assessora provinciale – possa camminare lo sviluppo; da qui l’esigenza di affiancare le eccellenze del nostro territorio, anche quelle in fieri, perché possa decollare l’affermazione nel mercato nazionale ed internazionale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!