Counselling: dall’idea ai risultati

Si terrà giovedì 25 gennaio presso la sala consiliare di palazzo dei Celestini il meeting finale elaborato nell’ambito del progetto Pilota Counselling finanziato dall’Unione Europea

“Interventi di counselling: esperienze transnazionali e strumenti operativi”. Giovedì 25 gennaio a palazzo dei Celestini il convegno finale per la presentazione dei risultati del progetto finanziato dal programma Leonardo

“Interventi di Counselling: Esperienze transnazionali e Strumenti operativi” è il titolo dell’incontro che si terrà giovedì 25 gennaio, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini. Si tratta del Convegno finale per la presentazione dei risultati, organizzato nell’ambito del Progetto Pilota Counselling finanziato dal Programma UE Leonardo da Vinci. Il programma prevede alle ore 9.30 i saluti e l’introduzione alla sessione di lavoro di Cosimo Durante, assessore provinciale allo sviluppo locale ed alle politiche dell’unione europea e di Carmelo Calamia, dirigente del servizio sviluppo locale e politiche dell’ U.E. Alle 9.45 “Il progetto Counselling – Certified Professionals and Processes: dall’idea ai risultati”, a cura della professoressa Vestillia De Luca, dell’associazione OPRA Formazione. Alle 10.15 “Interventi di monitoraggio e valutazione del progetto Counselling”, con Mario Paiano, partner Associazione Mark & Dev di Firenze. A seguire (dalle ore 10.30) “Il Modello e l’esperienza francese” con Ludovico Morozzo, partner I.E.R.F. di Parigi (Institut Européen Recherche et Fromation); “Il Modello e l’esperienza spagnola” con Concepción Ruiz Pozo, partner ONECO The Training Agency di Siviglia; “Il Bi.di.Comp.: un percorso ISFOL di Bilancio delle Competenze” con Giusi Montalbano – ISFOL Roma. Dalle 11.45: “Prospettive e proposte per la sostenibilità del progetto” con Francesco Pasanisi, SMILE Puglia – agenzia per la formazione e lo sviluppo locale; “Il Modello e l’esperienza dei Centri per l’Impiego di Lecce” con Adriana Margiotta, responsabile Centri per l’impiego della Provincia di Lecce. A seguire il dibattito tra i partecipanti e la chiusura dei lavori per le 13. Il progetto “COUNSELLING: Certified Professionals and Processes” si sviluppa intorno al tema dell’Orientamento lungo tutto l'arco della vita e contribuisce alla realizzazione degli obiettivi dell'Unione europea definiti dalla Strategia di Lisbona varata nel marzo 2000 dal Consiglio Europeo per trasformare l'Unione Europea, entro il 2010, nell'”economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale”. Un efficace orientamento deve svolgere un ruolo chiave nel promuovere l'inclusione sociale, l'uguaglianza sociale, la parità di genere e la cittadinanza attiva, incoraggiando e sostenendo la partecipazione dei singoli all'istruzione e alla formazione e la loro scelta di professioni realistiche e valide. In risposta a tali bisogni nasce e si sviluppa il progetto “COUNSELLING: Certified Professionals and Processes”, per favorire la gestione del cambiamento nei processi di orientamento lavorativo e career counselling, nell’approccio al lavoro dell’utente e nelle relazioni lavorative all’interno delle imprese e delle organizzazioni, basata sul consenso sociale, ossia con il coinvolgimento di tutti gli attori coinvolti nei servizi e nei processi inerenti l’orientamento lavorativo. La figura del Counsellor che si è voluto “costruire” con questo progetto è la figura chiave promotrice del processo di cambiamento. Il progetto interviene sulle strategie europee per la formazione professionale in maniera innovativa e strategica per creare strumenti condivisi a livello europeo atti a garantire a tutti un facile accesso ad un orientamento di qualità, sulle opportunità di istruzione, formazione, riqualificazione e inserimento lavorativo in tutta l’Europa e per tutto l’arco della vita, centrato sull’utente, che diviene l’autore consapevole del proprio progetto di sviluppo professionale. L’operatore ha la funzione di facilitare questo percorso. I partner del progetto sono: Provincia di Lecce come projetc leader; Associazione Opra Formazione – Lecce; Api, Associazione Piccole Imprese; Uspas-Confartigianato – Lecce; Associazione Mark&Dev – Firenze; Smile Puglia; Ierf – Institut Européen Recherche et Formation (Francia); Oneco – The Training Agency – Siviglia (Spagna); University of Suceava (Romania); County of Veszprém (Ungheria).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!