Tassista aggredito

Un nuovo episodio di aggressione

Lite in piazzale stazione a Lecce. Un giovane autista di taxi, aggredito da un collega, ha riportato ferite guaribili in sette giorni. La sua colpa è stata essere stato scelto da un cliente appena arrivato in città

Stavolta è toccato al più giovane tassista di Lecce, Angelo Cannabona, 23 anni, di essere aggredito da un collega proprio sul posto di lavoro. Ma non è il primo episodio di violenza che si verifica tra gli autisti di taxi in città. Il giovane aveva commesso l’unica colpa di essere stato scelto da un cliente, appena arrivato in stazione. Ma mentre l’uomo saliva in auto, il collega di Cannabona è sceso dalla sua vettura ed ha iniziato a colpire ripetutamente il collega. Questi è stato colto da malore e condotto in ospedale, dove gli sono state riscontrate ferite guaribili in sette giorni. Ma, dopo un paio d’ore il giovane è ricorso nuovamente alle cure dei medici del Pronto soccorso che gli hanno consigliato il ricovero in ospedale. Ha rifiutato, anche per mancanza di posti al “Fazzi” di Lecce, ma subito dopo è corso in Questura a denunciare l’accaduto.

Leave a Comment