L’amministrazione difende Caputo

Controlli Ici. L’archivio c’era ma non era aggiornato

“Se errori ci sono stati, questi non sono imputabili a Gabriele Caputo assessore al Bilancio e vicesindaco. Io me ne assumo ogni responsabilità”. Con queste parole Remigio Venuti, sindaco di Casarano, commenta l’intervento di Rocco Greco dei giorni scorsi

Levata di scudi da parte dell’amministrazione comunale di Castrano e dei Democratici di Sinistra per difendere Gabriele Caputo (Margherita), assessore al Bilancio, e la linea del governo cittadino sugli accertamenti dell’imposta Ici. Dopo la richiesta di dimissioni del titolare della politica fiscale, avanzata da un consigliere comunale della stessa maggioranza, una nota di Palazzo dei Domenicani esprime solidarietà a Caputo, ma annuncia anche che l’amministrazione comunale e la società concessionaria, la “S. Marco Spa”, si incontreranno la prossima settimana per porre ulteriori rimedi ai disservizi di questi giorni. “Un disallineamento dei dati informatici”. Questa la causa, secondo Palazzo dei Domenicani, che ha prodotto una serie di accertamenti dell’imposta Ici riconosciuti come errati e che ha provocato diversi disagi ai cittadini. La nota, firmata dal sindaco Remigio Venuti, riconosce indirettamente che il problema sono i dati dell’archivio informatico in possesso del Comune, e oggi della “S. Marco”, dando sostanzialmente ragione al consigliere Rocco Greco. “Il problema degli accertamenti Ici – si legge nella nota – è una questione che non è stata né disattesa, né, tanto meno, sottovalutata da parte dell’amministrazione comunale. Alcuni accertamenti eseguiti dalla società S. Marco – spiega Venuti – a causa di problemi di incrocio con le banche dati e, soprattutto, a causa del mancato aggiornamento di alcuni dati catastali, non sono reali. Nella mole di cartelle esattoriali e di dati catastali, può succedere il verificarsi di una serie di discordanze, causate comunque sostanzialmente dal disallineamento di dati informatici. Va sottolineato – prosegue la nota – che lo spirito che anima l’azione dell’amministrazione comunale è quello di sanare l’evasione, esclusivamente con lo scopo di mantenere basso il livello di pressione fiscale dei cittadini. Non scordiamo infatti – osserva il sindaco – che questa politica ci permette di non applicare l’addizionale Irpef e di mantenere in vita servizi di primaria importanza, come asili nido, scuole materne, trasporto pubblico, investimenti per lo sviluppo della città, infrastrutture: solo incidendo sull’evasione si può tranquillamente evitare la pressione fiscale, evitando così l’applicazione di altre tasse”. Venuti, tuttavia, in qualità di capo dell’amministrazione, si dice “pronto ad assumermi qualsiasi forma di responsabilità: al vicesindaco e assessore al Bilancio, Gabriele Caputo, esprimo sentimenti di piena solidarietà, confermandogli la mia incondizionata fiducia”. Anche il segretario cittadino dei Ds, Rocco Morgante, esprime a nome degli iscritti solidarietà all’assessore “perché questi errori non sono imputabili alla sua diretta responsabilità”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!