La Repubblica Salentina ha il suo calendario

Si svela il mistero dei nostri “secessionisti”: sono gli studenti del ITC Costa di Lecce

Il mistero di “Repubblica Salentina” è stato svelato il 1 gennaio 2007, dopo mille voci e ipotesi intriganti circolate in internet. Si tratta di un'iniziativa dell'ITC Costa di Lecce. Grazie alla collaborazione di alcune amministrazioni comunali, associazioni locali, aziende sponsor, fotografi (che hanno fornito molto generosamente le immagini) e la Provincia di Lecce hanno pubblicato il loro primo prodotto: un calendario turistico

Il calendario ha un titolo piuttosto eloquente “12 Ottimi Motivi per Visitare il Salento Ogni Singolo Mese del 2007” (www.repubblicasalentina.it/calendario) e individua i 12 motivi, uno per ogni mese, in altrettanti eventi che hanno luogo sul nostro territorio, capaci di incuriosire e soddisfare un ulteriore e più ampio turismo locale e nazionale. Ad ideare e a realizzare il nuovo calendario sono stati i giovani della cooperativa di lavoro “Arianoa” insieme all’Istituto Tecnico Commerciale “Costa” di Lecce. Dopo l’esperienza dei precedenti calendari prodotti a partire dal 2004, tutti studiati per promuovere e diffondere gli aspetti culturali e di tradizione del territorio, i giovani creativi hanno puntato su un messaggio esplicitamente diretto ad incentivare il turismo. Questi gli eventi presenti: per gennaio la “Focara di S. Antonio” a Novoli, per febbraio il “Carnevale Aradeino” ad Aradeo, per marzo le “Tavole di S. Giuseppe” a Giurdignano e Uggiano La Chiesa, per aprile “Lu Riu” a Lecce, per maggio la “Festa de lu Masciu” a Sannicola, per giugno la “Festa dei SS. Pietro e Paolo” a Galatina, per luglio la “Sagra te lu Ranu” a Merine/Lizzanello, per agosto la “Festa di S. Rocco e la Danza delle Spade” a Torrepaduli/Ruffano, per settembre la “Festa di S. Giuseppe” a Copertino, per ottobre la “Sagra della Volìa Cazzata” a Martano, per novembre il “Novello in Festa” a Leverano e, infine, per dicembre il “Presepe Vivente” di Strudà/Vernole. Ogni facciata del calendario riporta una bella fotografia, una breve descrizione, un elenco di altre manifestazioni e riti che hanno luogo nel Salento in quel particolare mese e alcuni consigli per i turisti su dove alloggiare e dove mangiare durante il periodo scelto per partecipare all’evento. Le copie stampate sono destinate ad essere distribuite ai turisti. Una parte è stata data in omaggio agli ospiti dei maggiori alberghi durante le vacanze natalizie, mentre il grosso verrà distribuito alla prossima edizione della BIT – Borsa Internazionale del Turismo che si svolgerà a Milano dal 22 al 25 febbraio 2007. I realizzatori confessano che il momento più emozionante del lavoro svolto è stato il vedere riprodotto su carta per la prima volta lo stemma e la bandiera della Repubblica Salentina. Ricordiamo che la “Repubblica Salentina”, dopo circa un mese di voci curiose e ipotesi intriganti circolate in internet, è stata annunciata il 1 gennaio 2007, data in cui è stato dichiarato aperto il cantiere per la sua costruzione. Sulle pagine provvisorie del sito è stato pubblicato un manifesto d’intenti (www.repubblicasalentina.it) che, in sintesi, dopo aver definito questa loro nuova creatura il mezzo con il quale vorrebbero raggiungere il sogno di vedere il Salento ricevere l’importanza ed il valore che merita, dichiara la voglia di applicarsi in quattro ambiti ben precisi: la cultura e le tradizioni (approfondendo il lavoro svolto attraverso il sito www.salentribe.it), promuovere un turismo di qualità in tutti i mesi dell’anno (applicando a fondo le più innovative tecniche di internet marketing), incentivare e promuovere le attività produttive (completando l’opera svolta attraverso il sito www.salentomade.it), e infine diffondere dettagliatamente tutte le offerte in termini di istruzione e formazione sul territorio (attraverso i portali www.schoolbox.it e www.corsiepercorsi.net).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!