An: “I servizi sociali come sistema unico”

Un programma unico per il centrodestra in Puglia in materia sociale

Alleanza nazionale, al lavoro per le Amministrative 2007, elabora un sistema globale interattivo e partecipato dei servizi sociali. “Con un’attenzione particolare – spiega Adriana Poli Bortone, coordinatrice del partito in Puglia – a minori ed anziani”

In occasione delle elezioni comunali della prossima primavera, Alleanza nazionale, sta elaborando un programma per i Servizi sociali che sarà uno dei contributi di An al programma della coalizione di centrodestra in tutti i Comuni pugliesi chiamati al voto per le Amministrative 2007. La proposta di Alleanza nazionale è di un servizio sociale come sistema globale interattivo e partecipato, fondato sui principi di solidarietà, partecipazione e sussidiarietà. L’obiettivo è trasformare il settore dei Servizi sociali in un collettore in cui convergono i diversi ambiti dell’azione amministrativa comunale e al contempo in nucleo centrale della stessa. “Nei prossimi giorni darò delle indicazioni su questo argomento – fa sapere Adriana Poli Bortone, coordinatrice di Alleanza nazionale in Puglia – in modo che sul tema dei Servizi sociali ci sia un unico profilo per tutti i programmi del centrodestra nei Comuni chiamati al voto. Oggi mi confronterò con Taranto, molto presto con Ugo Lisi e con la base del Partito per quanto riguarda Lecce, poi procederemo per gli altri Comuni. Dobbiamo riservare un’attenzione particolare – conclude – ai bambini e a tutti i minori in situazioni di disagio (anche in rapporto alla chiusura degli orfanotrofi) e agli anziani attivi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!