Inizia l'era Papadopulo

Presentato oggi alla stampa il nuovo allenatore del Lecce

Con la conferenza stampa di oggi inizia il lavoro (non facile) di Papadopulo a Lecce. Il presidente Semeraro lo ha presentato con le parole di chi conosce bene il mister: “Gli uomini prima degli schemi”

Il nuovo corso del Lecce a firma di mister Papadopulo inizia ufficialmente oggi con la presentazione dell’allenatore alla stampa. Alle 12 in via Templari, presenti tra gli altri l’amministratore delegato Claudio Fenucci, il compito di presentare il nuovo arrivato è toccato al presidente Giovanni Semeraro che così ha introdotto il mister: “Tra le altre cose che mi hanno favorevolmente colpito di lui, c’è una definizione di un giornalista che lo conosce molto bene e che di lui, appunto, ha scritto ‘Gli uomini prima degli schemi’”. Dunque già questo è un segnale di quanto il nuovo mister differisca da colui che lo ha preceduto in questa stagione ed ancora, il presidente a rimarcare tale definizione, aggiunge: “Ama molto dialogare con i suoi uomini, confrontarsi fino quasi a farsi suggerire il modulo migliore”. Mister Papadolupo (insieme a lui erano presenti il vice Giancarlo Oddi ed il preparatore atletico Simone Lucchesi) ha così esordito: “Non è tanto importante quello che c’è da dire oggi, ma quello che bisogna fare. Un subentro in corsa ti mette di fronte a diverse situazioni, la prima da valutare è sicuramente una posizione di classifica che non corrisponde al reale valore della squadra”. A chi gli chiede un commento sulla sua predilezione per il 4-3-3 lui risponde: “Si può riproporre in maniera positiva, d’altronde i miei predecessori qui a Lecce lo hanno già fatto, comunque non sono un assolutista, valuterò in base alle situazioni”. La tifoseria al momento appare divisa tra chi continua a sostenere mister Zeman e chi invece è soddisfatto della decisione presa dalla società: “Quando si subentra – continua Papadopulo – lo si fa sia nelle cose positive che in quelle negative, io guardo essenzialmente a quello che va fatto da ora in poi, certo è che vorrei avere presto a disposizione il famoso dodicesimo uomo in campo perché ritengo sia realmente un valore aggiunto, una forza i più”. In merito alla sua decisione di venire a Lecce il mister infine afferma: “Prima di venire a Lecce ho ricevuto molte offerte da squadre di serie A,ma ho ritenuto opportuno che ad un certo punto della mia carriera sia molto più entusiasmante andare a vincere e non andare a limitare i danni, guidare una squadra di serie B per ottenere una promozione, che sono determinato ad ottenere prestissimo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!