Capodanno. Surbo ti invita a pranzo

L’iniziativa dell’amministrazione comunale per trascorrere una giornata all’insegna della solidarietà

Si parte alle ore 10.30 con l’aperitivo “Fantasia”. E poi alla 13 si serve il pranzo. Ma il Capodanno non finisce a tavola. E infatti il Comune ha previsto musica, scenette e barzellette per allietare l’intera cittadinanza

Tutti a pranzo insieme. E’ così che il Comune di Surbo vuole salutare l’arrivo dell’anno nuovo. Antonio Cirio, sindaco della città, e l’intera amministrazione comunale, hanno infatti organizzato per il prossimo 1 gennaio, presso la scuola materna di via Lecce, un pranzo sociale, ovvero una giornata interamente dedicata alla solidarietà. “La scelta del primo dell’anno – ha spiegato Cirio – è per noi particolarmente significativa: è il segno di un impegno e di una continua attenzione verso le persone che vivono un momento di solitudine e difficoltà. E’ il segno di una società, di una cittadinanza e di una pubblica amministrazione moderne, di una comunità orizzontalmente solidale, che risponde alla globalizzazione con un’attenta cura del proprio welfare.” La giornata della solidarietà non è una novità per il Comune di Surbo. Quest’anno infatti essa è già alla sua seconda edizione. Si aprirà alle ore 10.30 con un aperitivo “Fantasia”, per proseguire alle ore 13 con il pranzo. Musica, scenette e barzellette animeranno il pomeriggio di festa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!