Scuole più funzionali e sicure

Edilizia scolastica: la Provincia sempre in movimento per rendere le scuole più sicure

Continua senza sosta l’attività della Provincia di Lecce nel settore dell’edilizia scolastica, per rendere sempre più sicure e funzionali le scuole. Approvata la ristrutturazione di 8 edifici

Sono stati approvati i progetti esecutivi di ristrutturazione, manutenzione straordinaria e adeguamento alle norme di sicurezza per 8 edifici scolastici del Salento, per un importo complessivo di 3 milioni e 450 mila euro. In particolare, gli Istituti che saranno interessati dai lavori di messa a norma, di abbattimento di barriere architettoniche ed altro, che verranno cantierizzati nei prossimi mesi, sono: l’istituto industriale statale di Meucci, l’istituto magistrale Di Maglie, l’istituto tecnico industriale Fermi di Lecce, l’istituto tecnico commerciale De Viti De Marco di Casarano, istituto Da Vinci Di Gallipoli, liceo scientifico di Casarano, l’istituto magistrale di Casarano, il liceo classico Q. Ennio di Gallipoli. A questi progetti se ne aggiungeranno altri quattro nelle prossime settimane. Si tratta di interventi della stessa tipologia, per ulteriori per 1,2 milioni di euro, la cui progettazione definitiva e stata già approvata e finanziata dalla giunta provinciale. “Si completa così, nei tempi programmati, l’iter di approvazione dei progetti inseriti nel piano di ristrutturazione e messa a norma degli edifici scolastici che la giunta provinciale ha varato per il biennio 2005-2006 e che ha visto impegnate risorse per complessivi 8 milioni e 100mila euro – spiega Salvatore Capone, assessore all’edilizia scolastica – il piano degli interventi di adeguamento proseguirà anche per il prossimo triennio 2007-2009, essendo l’edilizia scolastica priorità assoluta di questa Provincia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!