Mamma fa shopping? Il bimbo in ludoteca

Da oggi al 24 dicembre e dal 27 al 31. Il Carlo V apre ai bambini. Ma non solo

Parte oggi il progetto “Giochi sotto l’albero”, ospitato al Carlo V di Lecce. Una vera sala giochi dove si svolgono attività natalizie, come preparare gli addobbi di Natale, lavorare la cartapesta, suonare la cornamusa

Si chiama “Giochi sotto l’albero” il progetto dell’Assessorato ai Minori e dell’Istituzione dei Servizi Sociali (in collaborazione con la cooperativa “Nuova Mente”) del Comune di Lecce, che intende mettere a disposizione dei bambini dai quattro ai dieci anni uno spazio protetto e organizzato a loro misura per fare esperienze di gioco, di condivisione e di festa. Ma vuole anche essere un’occasione per i genitori che fanno shopping in centro di disporre di uno spazio attrezzato per far divertire i bambini o trascorrere insieme a loro qualche ora di gioco immergendosi nello spirito natalizio. “Giochi sotto l’albero” è una vera e propria ludoteca di Natale ed sarà ospitata al Castello Carlo V da oggi al 24 e dal 27 al 31 dicembre (dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17.30 alle ore 20.30). Sono previste numerose attività, tra le quali laboratori di addobbi natalizi con materiale di recupero e di biglietti augurali, laboratorio di costruzione di strumentini, laboratorio di musica e di narrazione, giochi di sala e di società, spettacoli di burattini e canti. E’ previsto inoltre uno spazio per gli ospiti, dove i maestri cartapestai, gli artigiani della creta, i suonatori di cornamusa, ma anche il sindaco e gli assessori e diverse altre personalità istituzionali narreranno storie e presenteranno le loro esperienze.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!